Alimentare: aumenta produzione e consumo carni avicole

L’industria avicola italiana resiste alla crisi: nonostante il calo dei consumi alimentari nel 2009, il consumo di carni avicole e la produzione hanno registrato un aumento, rispettivamente del 2,1% e del 1,9%. In aumento anche la produzione di uova, cresciuta dell’1%, mentre si registra un leggero calo dei consumi totali, pari allo 0,7 %, la cui ragione è la necessità di destinare una maggiore quantità di prodotto ad altri mercati. E’ stabile il fatturato del settore: 5.320 milioni di euro (3.840 milioni per le carni e 1.480 per le uova), (+0,38%) rispetto al 2008. Lo rende noto l’Una (Unione Nazionale Avicoltura) che rappresenta i produttori. Sul fronte della redditività il quadro per i prodotti avicoli è relativamente positivo. I prezzi alla produzione sono calati del 2,8% per il pollo e del 5,1% del tacchino, ma i costi di produzione sono scesi del 7-8% grazie al ridimensionamento dei costi delle materie prime cerealicole, dopo gli aumenti verificatisi nel 2007 e 2008. Per il 2010 Una prevede le produzioni avicole nazionali assestarsi su valori molto prossimi a quelli del 2009, con un aumento ulteriore nella produzione di pollo (+4-5%). Le proiezioni del tacchino appaiono invece stazionarie, le altre specie avicole in riduzione. Per le uova da consumo il trend prevedibile dei prossimi anni è quello della riduzione causata dalla graduale sostituzione dei vecchi sistemi di allevamento, come voluto dalla Commissione Europea.(ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.