Alimentare: Barilla Center, la crisi ha tagliato gli sprechi del 57%

138032854_32abc22e65_mNelle famiglie italiane viene sprecato mediamente il 35% dei prodotti freschi, il 19% del pane e il 16% di frutta e verdura. In seguito alla crisi economica, tuttavia, gli italiani hanno ridotto del 57% lo spreco alimentare: ben 3 italiani su 4 prestano quindi maggiore attenzione alla spesa rispetto al passato per combattere gli sprechi e quindi risparmiare di più. E’ quanto sottolinea Barilla Center for Food and Nutrition (Bcfn) nel presentare una serie di azioni utili a ridurre sprechi alimentari. Ai consumatori la prima raccomandazione è di fare la spesa in maniera corretta. E in particolare pianificare gli acquisti facendo una lista della spesa; leggere l’etichetta al momento dell’acquisto. Monitorare le scadenze; Attenzione alla stagionalità delle verdure e dei prodotti freschi. Acquistati al momento giusto, oltre a sapore e consistenza, spesso danno un resa maggiore. Mentre per una conservazione ottimale bisognerebbe sistemare la dispensa in modo appropriato: I prodotti in scadenza posizionati davanti (in posizione più visibile). Facendo inoltre attenzione alla conservazione dei prodotti freschi. Non unire, per esempio, frutta acerba con frutta matura per non innescare l’attività enzimatica. Attenzione poi alle temperature di frigoriferi e freezer. Altri consigli seguono per la preparazione delle pietanze, a partire da azioni antispreco sulle risorse idriche: ad esempio utilizzo della stessa acqua di cottura per più preparazioni. Ad esempio, l’acqua di cottura delle verdure può essere utilizzata per cuocere la pasta. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.