Alimentare, Forum internazionale a Lodi: lotta ai falsi anche sul web

imagesL’Italian sounding, cioè i prodotti che sembrano italiani ma non lo sono, a livello mondiale hanno un giro d’affari pari a 60 milardi, cioè quanto la Corte dei Conti ha stimato sia il costo della corruzione nel nostro Paese.

Anche per questo la difesa del made in Italy, e la lotta ai ‘falsi’ nel settore agroalimentare è così importante per l’Italia, che a Lodi ha organizzato il primo forum internazionale sulla tutela del cibo vero.

L’obiettivo è quello di mettere insieme i vari Paesi per avere una strategia comune. Se in Europa le denominazioni di origine sono difese, non altrettanto avviene in altre nazioni (la discussione con gli Stati Uniti, ad esempio, è in corso ed ”estremamente tosta” ha spiegato il ministro dell’Agricoltura Maurizio Martina). Oltre al tema dello scambio di informazioni e di buone pratiche fra forze di polizia per comportarsi allo stesso modo davanti a situazioni simili, che si tratti di champagne cinese in Italia o di mozzarelle made in Thailandia vendute in Francia, si è parlato anche della nuova frontiera del ‘falso’ cioè le vendite online.

Grazie all’accordo con Ebay il ministero delle Politiche agricole in dieci mesi ha aperto 160 procedure bloccando la vendita in Europa di prodotti falsi per 50 milioni di euro. ”Siamo capofila nella frontiera del web”, ha spiegato Martina annunciando che ad Expo si lavorerà anche su questo tema. D’altronde la prospettiva è che nei prossimi anni il mercato via Internet continuerà ad allargarsi.

Parte delle conclusioni a cui sono arrivati i tavoli di lavoro (a cui hanno partecipato forze di polizia, Interpol, Europol, Ebay, delegati di 18 Paesi, della commissione europea ed altri organismi internazionali) in questa due giorni saranno inseriti nella Carta di Milano, il ‘protocollo di Kyoto’ sul cibo che sarà presentato a Milano il 28 aprile e poi consegnato durante l’esposizione universale al segretario Onu Ban-Ki Moon. ”Abbiamo lanciato alcune sfide fondamentali al contrasto dell’agropirateria – ha concluso Martina – E questa sarà una delle eredità fondamentali che lascerà l’esposizione universale”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.