Allarme in Nuova Zelanda per la batteriosi da Kiwi

Allarme in Nuova Zelanda per la batteriosi da Kiwi. Lo ha lanciato l’ente neozelandese per la sicurezza biologica e alimentare, avvertendo che e’ in pericolo tutta la produzione nazionale, che vale poco meno di un miliardo di dollari all’anno, pari al 2,5% dell’intero export della Nuova Zelanda. Il cancro batterico dell’actinidia, contro il quale al momento non esistono efficaci metodi di lotta, sarebbe stato scoperto in un frutteto dell’isola settentrionale, primo caso nel Paese, e l’agenzia governativa ha detto di non poter escludere che il batterio, capace di distrugge intere piantagioni, si sia gia’ diffuso in tutte le isole. ”Stiamo prendendo molto seriamente questo rischio che potenzialmente riguarda tutta l’industria nazionale del kiwi”, ha detto il ministro per sicurezza bio-alimentare, David Carter, in una dichiarazione riportata oggi dal Wall Street Journal. Il ministro ha aggiunto che, anche se non si conosce ancora la famiglia del batterio, ”sono state prese tutte le precauzioni per evitare che il virus si diffonda. La piantagione colpita, secondo quanto riporta il Wall Street Journal, non sarebbe pero’ ancora stata individuata. Lain Jager, CEO di Zespri, il maggior produttore neozelandese di Kiwi, ha tenuto a precisare che la questione e’ principalmente economica e non ci sono pericoli per la salute. La Nuova Zelanda e’ il principale produttore mondiale di kiwi, seguita dall’Italia, dove la batteriosi sarebbe stata scoperta per la prima volta all’inizio degli anni Novanta e l’ultimo allarme risale al maggio di quest’anno. Nel luglio scorso proprio la Zespri, presente anche in Italia, ha annunciato uno stanziamento di 1,5 milioni di euro per la ricerca scientifica contro la batteriosi. A breve e’ previsto un tavolo di confronto sul virus a livello nazionale presso il Ministero delle Politiche agricole. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.