Alleanza Coop Pesca: il pesce italiano non è finito

branzino4Anche quest’anno i consumatori sono vittime di allarmismi e disinformazione. A sostenerlo è l’Alleanza cooperative italiana della pesca, a proposito dell’annuncio secondo il quale il pesce italiano sarebbe finito e che da oggi, fino alla fine dell’anno, si mangerebbe solo prodotto di importazione. Secondo l’Alleanza “é una fesseria ricavata da un calcolo aritmetico errato: se l’Italia importa più del 65% del suo fabbisogno annuo di pesce e immaginando che gli italiani dal primo gennaio mangino solo prodotto nazionale, sarebbe esaurito entro aprile. I consumatori, invece, precisa l’Alleanza, possono stare tranquilli: “nei nostri mercati continueranno a trovare prodotto nazionale, pescato da imprese italiane in acque italiane o in acque internazionali, sbarcato in porti italiani e controllato dalle Autorità italiane. E questo accadrà per tutti i 12 mesi dell’anno durante i quali le imprese dovranno avere a che fare con costi di produzioni crescenti, prezzi stagnanti, burocrazia aumentata a dismisura con i controlli, risorse ittiche non abbondanti, limitazioni e vincoli in continuo aumento”. Un panorama difficile che richiede politiche mirate per rimettere al centro l’impresa nel rispetto della salvaguardia dell’ambiente e delle risorse ittiche, lavorando alla migliore valorizzazione del pescato italiano, senza demonizzare tutto l’import ma distinguendo quelle di qualità da quelle prodotte in dumping sociale, economico e ambientale.(ANSA)

Tags: ,

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.