Alluvione Secchia: anche i torrenti in piano nodo idraulico

alluvione2
Nel piano straordinario per il nodo idraulico di Modena, dopo la rottura del Secchia e l’alluvione dello scorso gennaio, oltre alla manutenzione di argini e controllo alberature anche per il Panaro, dovranno essere inseriti interventi di sicurezza per torrenti e canali comunali. Il Comune di Modena lo ha chiesto alla Regione Emilia-Romagna in un incontro oggi tra l’assessore regionale Paola Gazzolo e l’assessore comunale Simona Arletti, con tecnici ed esperti nella sede della Protezione civile a Marzaglia. La Regione presenterà così ai Comuni del nodo idraulico un piano che “affronterà il tema manutenzione straordinaria dei fiumi principali – sottolinea in una nota il Comune di Modena – in modo che i lavori urgenti si completino entro il prossimo autunno sfruttando i mesi estivi per i lavori”: è qui che si “chiede che sia inserita anche la manutenzione dei tratti di torrenti e canali del reticolo idrografico minore”. Al centro dell’incontro, anche il “rapporto tra i due enti nel momento in cui emergono situazioni di criticità come quelle avvenute sabato 5 aprile al ponte di via Gherbella”, con l’esondazione del torrente Tiepido attribuita, dai dati di Arpa e Servizio tecnico di bacino, a precipitazioni particolarmente intense: “una ‘bomba d’acqua’ che ha raggiunto i 3 metri a valle del ponte, la più alta mai raggiunta in 12 anni di verifica dei livelli idrografici e più alta di 60 centimetri dell’ultimo evento in cui il livello era di 2.40 metri”. Il problema è che i torrenti come il Tiepido, classificati come corsi naturali e senza arginature, sono regolati da una legge del 1904 che non prevede “una funzione costante di vigilanza e custodia, come invece è prevista per i corsi arginati”: così si è deciso, anche per i momenti non di emergenza, “di arrivare a un convenzione per meglio precisare la collaborazione tra il Servizio tecnico di bacino della Regione, Comune e soggetti privati, che possa migliorare lo stato attuale di manutenzione dei corsi”. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.