Alto Adriatico,il crostaceo habla espanol

La raccolta di crostacei nell’Alto Adriatico (Veneto, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Slovenia e Croazia) è stata pari nel 2009 a 4164 tonnellate. Di questo, facendo riferimento alle sole regioni italiane, 1263 tonnellate di pescato sono state esportate. L’importazione complessiva di crostacei nelle regioni italiane dell’Alto Adriatico, sempre nel 2009, ha invece raggiunto quota 29592,5 tonnellate. Questo significa che se da un lato entro i confini nazionali viene consumata buona parte della raccolta di crostacei (65%) praticata in Alto Adriatico, è altrettanto vero che il solo Ecuador destina ai nostri territori 9000 tonnellate (su 29592,5 totale import) circa di crostacei(3000 la Spagna, 2500 la Danimarca e 2000 circa il Regno Unito e l’Argentina). I dati, a cura dall’Osservatorio Socio Economico della Pesca e dell’Acquacoltura di Veneto Agricoltura, con sede a Chioggia (VE), sono stati elaborati su fonti statistiche Istat (Italia), Crostat (Croazia), Slostat (Slovenia) e Irepa (Istituto di Ricerche Economiche per la Pesca e l’Acquacoltura).
A farla da padrone sulla raccolta nostrana nel 2009 l’Emilia Romagna che da sola raccoglie il 56,2% dell’intera area (2341 t). A ruota il Veneto col 23,9% (993 t), la Croazia col 12,7% (529 t), il Friuli col 7,1% (296 t) e da ultima la Slovenia che col suo 0,1% (4 t) assomma un dato complessivamente poco rilevante. Entrando nel dettaglio i crostacei maggiormente catturati in Emilia Romagna sono le pannocchie (9861 quintali, 84,6% dell’intero comparto) seguite da mazzancolle e gamberi (1887 q insieme). Irrisorie le quote di scampi, aragoste e astici pescati. In termini di ricavi i valori di vendite registrati nel 2009 si sono attestati sui 17,4 milioni di euro circa. Anche per il Veneto le pannocchie rappresentano la specie regina con una produzione di circa 6400 quintali (64,4% dell’intero settore) per ricavi realizzati pari a 9 milioni di euro. In Friuli Venezia Giulia le pannocchie assommano l’86,6% del totale delle catture (2564 quintali) per un ricavato pari a poco meno di due milioni di euro. Riguardo l’export è il Veneto con 532 t a guidare le esportazioni, seguito dall’Emilia Romagna (508 t) e dal Friuli Venezia Giulia (224 t). Si equivalgono nel 2009 le importazioni di Veneto ed Emilia Romagna (14000 t) mentre il Friuli si ferma a 757 t. Il valore economiche delle esportazioni delle regioni italiane dell’Alto Adriatico ammonta a 7,8 milioni di euro e finisce per quasi un terzo nelle tavole francesi (segue Slovenia e Croazia). Ben più consistenti i soldi impegnati nelle importazioni: 169,2 milioni di euro. Di questi 91,1 milioni si devono al Veneto, 73,3 all’Emilia e 4,7 al Friuli. Le 9000 tonnellate importate dall’Ecuador nelle regioni dell’Alto Adriatico sono composte soprattutto da gamberi bianchi e in misura minore da mazzancolle. Dalla Spagna le quantità importate sono egualmente distribuite tra gamberi, scampi e mazzancolle e sono per la maggior parte vendute come preparazioni surgelate.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.