Ambiente: Cia stop dissesto con agricoltori ‘manutentori’

Frana Cavo Vallicella - scarico sasso (2) (Large)Servono più terreni coltivati contro il dissesto idrogeologico, perchè la difesa del suolo parte dagli agricoltori ‘manutentori’.

E’ il messaggio lanciato al convegno nazionale della Cia-Confederazione italiana agricoltori oggi a Orvieto, dedicato a ”L’impegno degli agricoltori contro il dissesto idrogeologico”, dove si rilancia la necessità di una vera politica di prevenzione del territorio, che non può prescindere dalla fondamentale attività di presidio e tutela degli operatori agricoli, soprattutto nelle aree marginali.

I terreni coltivati e quelli boschivi svolgono un ruolo essenziale per stabilizzare i versanti e trattenere le acque in un Paese, ricorda la Cia, che ha il triste primato in Europa a maggior rischio idrogeologico, un pericolo che coinvolge quasi il 10% della superficie nazionale e riguarda 6.633 comuni, l’82% del totale. Perché, per prevenire il dissesto idrogeologico dei territori, la soluzione migliore è coltivarli. E in questo senso, il ruolo degli agricoltori è fondamentale perchè ogni forma di coltivazione obbliga a un corretto regime delle acque e questo comporta una sensibile diminuzione dell’esposizione dei versanti al rischio di smottamenti e dei fondovalle al pericolo di allagamenti.

”Gli agricoltori – ha detto il presidente nazionale della Cia, Dino Scanavino – devono esercitare un ruolo di primo piano nella difficile impresa di tutela del territorio; gli strumenti esistono e si attuano tramite le convenzioni tra le amministrazioni locali e le imprese agricole che, in un’ottica di sussidiarietà, possono esprimere multifunzionalità e pluri attività”

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.