Ambiente: Ispra, ogni anno perdiamo 340 mq di suolo a testa

appennino
Il consumo di suolo in Italia è cresciuto, negli ultimi cinque anni, al ritmo di oltre 8 metri quadrati al secondo, pari al 6,9% del territorio nel 2010. Questo significa che per ogni italiano sono andati persi più di 340 mq all’anno. Questo quanto emerge da uno studio dell’Istituto superiore per la ricerca e la protezione ambientale (Ispra) – presentato oggi a Roma – sull’andamento del consumo di suolo dal 1956 al 2010. Ogni 5 mesi, dice l’Ispra, viene cementificata una superficie pari a quella del comune di Napoli, mentre il suolo che se ne va ogni anno è pari all’estensione dei comuni di Milano e Firenze messi insieme. Negli anni ’90 l’incremento ha sfiorato i 10 mq al secondo, e comunque il consumo di suolo per oltre 50 anni nel nostro Paese – afferma la ricerca dell’Istituto – è sempre stato sopra la media europea (2,3%): già nel 1956 veniva ‘inghiottito’ il 2,8%, per 8.000 kmq (170 mq per abitante); nel 2010 si è arrivati a oltre 20.500 kmq. La classifica delle regioni nel 2010 vede in testa la Lombardia che supera la soglia del 10%, con 14 regioni oltre il 5%. Per il presidente dell’Ispra, Bernardo De Bernadinis, bisognerebbe trovare “un equilibrio tra il consumo di suolo, lo sviluppo delle città e il rapporto tra la campagna e l’area urbana”. Il sottosegretario alle Politiche agricole, Franco Braga, osserva che “ridisegnare il quadro della gestione del suolo è un problema non più rinviabile per l’Italia”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.