Ambiente: Onu e Italia lanciano a Expo Giornata Mondiale

castagneto

“Sette miliardi di sogni. Un Pianeta. Consumare con cautela”. Con questo titolo si apre oggi la Giornata Mondiale dell’Ambiente 2015, promossa dalle Nazioni Unite e ospitata quest’anno dal Governo Italiano nell’ambito di Expo. La giornata è stata presentata dal direttore del Programma per l’Ambiente delle Nazioni Unite (Unep), Achim Steiner e dal Ministro dell’ambiente, Gian Luca Galletti, che insieme hanno firmato la Carta di Milano. “Il tema che abbiamo scelto – ha spiegato Steiner – si rifà all’obiettivo ‘fame zero’ che l’Onu si è posto, ma anche al messaggio di Expo ‘Nutrire il pianeta’. In questo momento stiamo sfruttando circa il 40% in più delle risorse disponibili sulla Terra. Se continueremo a questi ritmi – è l’allarme del numero uno dell’Unep – il consumo annuale globale delle risorse potrebbe arrivare a 140 miliardi di tonnellate nel 2050, il triplo rispetto al 2000”. Per questo Onu e Italia hanno deciso di celebrare la Giornata dell’Ambiente a Expo. Lo fanno presentando un “manuale” che mette in luce le buone pratiche per i cittadini e le imprese e i principi che devono orientare le politiche dei governi. “Expo ha messo al centro il tema fondamentale dell’ambiente, dello spreco del cibo e della tutela del territorio – ha detto il ministro Galletti -. Puntare sull’ambiente significa curare il pianeta e queste cure non sono più rinviabili. Questo il messaggio che da Expo vogliamo lanciare, anche in vista della Conferenza sul Clima Cop 21 di Parigi”. In quell’appuntamento – ha spiegato il ministro – si giocheranno le sorti del Pianeta. Motivo per cui l’Italia e l’Europa si presenteranno avendo già assunto impegni ambiziosi e giuridicamente vincolanti: la riduzione di almeno il 40% delle emissioni di Co2 e il raggiungimento del 27% dell’energia da fonti rinnovabili entro il 2030. “Su questo baseremo le politiche industriali dei prossimi anni – ha sottolineato Galletti -: noi siamo pronti ad abbandonare il vecchio modello di economia lineare in favore di un’economia circolare basata sul riciclo e sul riuso, ma soltanto se da Parigi uscirà un messaggio chiaro, soprattutto da parte dei Paesi che incidono di più sull’ambiente, come Cina, Brasile e Stati Uniti: mantenere il surriscaldamento del Pianeta entro i due gradi”. Se l’accordo dovesse fallire, “sarebbe a rischio il futuro dei nostri figli e non so se avremo un’altra occasione per rimediare”. Il rispetto dell’ambiente, per il ministro, non è però soltanto una questione politica: “sono tutti i cittadini, con i loro comportamenti quotidiani a poter cambiare lo stato delle cose. La sostenibilità ambientale deve partire dalla società civile”. Tutti temi che la Giornata dell’Ambiente intende ribadire. Lo farà in termini più che ufficiali, alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, per la sua prima visita a Expo. “Una presenza che serve a rimarcare l’importanza della tutela dell’ambiente e della sostenibilità per lo sviluppo del nostro Paese” ha evidenziato Galletti. Nel corso della giornata, un riconoscimento sarà assegnato al Padiglione più sostenibile. (di Silvia Egiziano – ANSA)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.