Anche con la crisi al buon bere non si rinuncia

Piuttosto tagliano su altre spese, ma al buon bere non rinunciano: in tempo di crisi gli eno-appassionati riservano comunque al vino un posto d’onore. Certo, non si fanno piu’ incantare dalle griffe e ricercano il giusto rapporto qualita’-prezzo: secondo il sondaggio Winenews e Vinitaly, il 45% del campione negli ultimi 2 anni ha comprato lo stesso numero di bottiglie, il 47% ha confermato lo stesso budget, il 32% ha speso di meno, mentre il 21% ha speso di piu’. Ma quanto si e’ disposti a pagare mediamente per una bottiglia di vino? Il 44% da 10 a 20 euro, il 25% fino a 10 euro, il 18% da 20 a 30 euro, il 9% da 30 a 40 euro, il 3% da 40 a 50 euro, e solo l’1% oltre 50 euro. Moltissimi sono quelli che rifuggono dalle griffe e vanno alla ricerca di etichette poco conosciute, economicamente abbordabili e di buon livello qualitativo, ma non mancano coloro che, al contrario, puntano su vini noti e ampiamente sperimentati, ma quello che accomuna tutti e’ una decisa presa di distanza da vini lussuosi e vini-icona in favore di etichette del territorio. I trucchi per risparmiare suggeriti dagli eno-appassionati? Bere a casa con gli amici, magari dividendo la spesa delle bottiglie, invece di andare al ristorante; acquistare in supermercati e ipermercati che hanno un reparto vino ben fornito o direttamente nelle cantine; approfittare di offerte e promozioni; formare un gruppo di acquisto con altri amanti del buon bere.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.