Anche le api avranno un’anagrafe

“L’obbligo di denunciare in un’apposita anagrafe apiari e alveari vuol dire definire in maniera chiara i dati che abbiamo del settore, poterne gestire in maniera più consapevole le problematiche, migliorarne le conoscenze sotto il profilo produttivo e sanitario. Si tratta di un provvedimento che conferma l’importanza fondamentale che l’apicoltura rappresenta per l’ambiente, l’ecosistema e l’agricoltura”. Con queste parole il Ministro delle politiche agricole Luca Zaia ha commentato lo schema di decreto istitutivo dell’anagrafe apistica nazionale, voluta dal Mipaaf, dal Ministero della Salute, dalle Regioni e dalle principali organizzazioni del settore. Il decreto, firmato dai Ministri competenti e attualmente in iter di registrazione presso l’organismo di controllo, prevede l’istituzione di un Comitato tecnico di coordinamento per l’anagrafe e la predisposizione di un manuale operativo, contenente le procedure per la futura attuazione dell’anagrafe apistica. Il provvedimento mira alla difesa economico-sanitaria e alla valorizzazione del patrimonio apistico; alla tutela del consumatore, attraverso maggiori informazioni sul miele e gli altri prodotti dell’alveare; al miglioramento delle conoscenze del settore apistico sotto il profilo produttivo e sanitario, anche in riferimento alle politiche di sostegno e alla predisposizione di piani di profilassi e di controllo sanitario. Sullo schema di decreto istitutivo dell’anagrafe apistica è stata sancita l’intesa in data 8.4.2009, in sede di Conferenza Permanente per i rapporti tra Stato e Regioni.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.