Animalisti in piazza contro direttiva Ue

L’Italia animalista si mobilita contro la vivisezione: Roma, Napoli e Cagliari sono state teatro di manifestazioni contro la direttiva emanata lo scorso 8 settembre dal Parlamento europeo a Strasburgo e in base alla quale cani, gatti, criceti e macachi potranno essere ancora utilizzati come cavie, anche se nel rispetto di condizioni più stringenti e solo quando non sia possibile ricorrere a metodi alternativi. ”Le manifestazioni – dice Gianluca Felicetti, presidente della Lav – hanno ribadito una contrarietà generale italiana alla direttiva europea sulla vivisezione. Queste manifestazioni però non devono essere un punto d’arrivo ma di partenza, per un lavoro più di pressione politica parlamentare affichè l’Italia, in quello che sarà il recepimento di questa direttiva, utilizzi tutti gli strumenti che può utilizzare perche’ il recepimento stesso riprenda tutti gli emendamenti positivi, presentati peraltro anche da parlamentari italiani, che sono stati bocciati a Bruxelles” Ma Felicetti va oltre e si augura un passaggio parlamentare migliorativo della stessa legislazione Ue:”In Senato e’ in discussione una possibile riforma della legge italiana sulla sperimentazione sugli animali e sulla vivisezione che noi speriamo possa trovar luce prima del recepimento della direttiva europea. Questo permetterebbe un’affermazione concreta dei metodi alternativi di ricerca e poi di limitazione di tutta una serie di pratiche e di usi legati alla sperimentazione sugli animali”. ”Questa – spiega – sarà una via primaria e privilegiata, prevista espressamente dalla stessa direttiva purtroppo approvata, per far rimanere poi in vigore delle norme più restrittive a livello nazionale”. Nella giornata della protesta, il sottosegretario alla Salute Francesca Martini ha intanto spezzato anche lei una lancia a favore degli animalisti, affermando di essere ”a titolo personale” contro la vivisezione. ”Se fossi stata a Bruxelles senza dubbio avrei votato contro la direttiva approvata. Ribadisco il mio impegno – ha aggiunto – per la promozione di tutti i metodi alternativi alla sperimentazione con gli animali, sottolineo che l’obiettivo deve essere quello di arrivare ad escluderla”. La presa di posizione della componente dell’esecutivo non convince Angelo Bonelli, che ha annunciato nei giorni scorsi la nascita del Movimento Ecologista, erede delle formazioni Verdi. ”I distinguo di alcuni esponenti del Pdl come il sottosegretario Martini – dice Bonelli – lasciano il tempo che trovano visto che il suo partito non solo ha votato per la vivisezione in Europa ma addirittura propone la caccia senza limitazioni. Invece di fare dichiarazioni, chi si dice animalista nel centro destra si impegni affinche’ la parte sulla vivisezione della direttiva non venga convertita dal Parlamento italiano”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.