Annata dolce per il miele italiano

miele 2Produzioni abbondanti, qualita’ molto elevata e varieta’ disponibili sempre piu’ numerose: è più che dolce il bilancio dell’annata per il miele italiano riportato nel rapporto pubblicato dall’Osservatorio nazionale, in occasione della Fiera e Borsa nazionale del miele, in programma a Castel San Pietro Terme (Bologna) sabato e domenica. La quantita’ prodotta dovrebbe aggirarsi sulle 20 mila tonnellate. Il raccolto abbondante e’ stato favorito sia dalle buone condizioni meteo, sia dal provvedimento del ministero delle Politiche Agricole che ha sospeso l’uso delle sostanze neonicotinoidi nella concia delle sementi. Il fenomeno piu’ interessante per gli amanti del miele, però, e’ legato all’elevata qualita’ e alla straordinaria ricchezza di tipi di miele. Sono centinaia infatti gli apicoltori che si sono specializzati nella produzione di mieli monoflorali particolari o rari, legati al territorio. Come i mieli di timo, dei monti Iblei della Sicilia, di cardo o di asfodelo raccolti in Sardegna, di rododendro dei prati alpini o di rosmarino della costa ionica. Al Concorso ‘Grandi mieli d’Italia’ – che domenica assegnera’ le ‘3 gocce d’oro’ ai migliori di produzione nazionale – hanno partecipato oltre 500 mieli di 37 tipi, provenienti da tutte le regioni italiane.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.