Aosta, 61 richieste di giudizio per scandalo bestiame e formaggi


Mancata comunicazione di bovini infetti, vendita di formaggio adulterato, acquisto di foraggio non valdostano per la produzione di Fontina Dop: queste alcune delle accuse formulate dalla Procura di Aosta che ha oggi richiesto al Gip 61 rinvii a giudizio nell’ambito di un inchiesta avviata a inizio 2008 dal Corpo forestale della Valle d’Aosta che ha coinvolto veterinari, allevatori e produttori di formaggi operanti in Valle d’Aosta e che, nell’ottobre del 2009, aveva portato all’arresto di 13 persone. I reati ipotizzati vanno dall’associazione a delinquere finalizzata alla truffa ai danni della Regione, al maltrattamento e uccisione di animali, all’abusivo esercizio di professione alla frode in commercio. L’attivita’ investigativa, svolta anche dai carabinieri e dal Nas, ha riguardato diversi filoni riguardanti sia l’attivita’ zootecnica vera e propria (tra cui la fecondazione di animali con semi non autoctoni illecitamente importati dalla Svizzera), sia la produzione e la commercializzazione di formaggi, tra cui l’immissione in commercio di Fontine Dop non corrispondenti alle norme del disciplinare di produzione.(ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.