Aperitivo consuetudine per il 27% degli italiani. Vino e birra battono superalcolici

brindisiPiace sempre di più l’aperitivo serale, una consuetudine amata dal 27% degli italiani tra i 18 e i 64 anni, percentuale che sale al 47% tra i più giovani. Quella quindi che era un’abitudine consolidata a Milano, si sta estendendo in tutta Italia, diventando una moda complice la crisi economica e il tempo che scarseggia. Il dato è un’anticipazione della tavola rotonda “Happy hour di qualita”: quale ruolo per il vinò organizzata da Fipe domenica 7 aprile alla 47 edizione del Vinitaly. Il consumatore-tipo di aperitivi, secondo la Fipe, è maschio, single con età tra i 30 ed i 34 anni, residente nelle regioni del nord ovest; preferisce drink di gradazione alcolica più leggera come birra e vino ai cocktail super-alcolici, meglio se serviti al tavolo più che offerti al buffet; quanto all’orario si scivola sempre più verso sera fino a sovrapporsi alla cena, trasformandosi in ‘aperi-cena’. Rispetto ad una serata fuori casa, il 92% degli italiani preferisce l’aperitivo. La scelta del locale dipende dall’accessibilità (36%), da un ambiente che favorisce la socializzazione (31%) e dalla qualità di ciò che si beve e si mangia (29%). Il prezzo è una variabile importante ma non principale, posta all’ottavo posto nella graduatoria dei criteri di scelta. Quanto all’offerta, solo il 16% dei locali non serve cibo, il 50% ha la formula tradizionale ‘patatine- noccioline-olive’; il 40% serve un buffet o sul bancone o in uno spazio dedicato. Il 51% sono esercizi specializzati in aperitivi mentre in un caso su quattro sono i tradizionali bar. (ANSA)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.