Approvato lo stato di emergenza fitosanitaria. Riguarda una serie di parassiti


”E’ stato proclamato dal Consiglio dei Ministri di oggi, su mia proposta, lo stato di emergenza fitosanitaria. Il provvedimento riguarda patologie causate da una serie di parassiti che stanno mettendo a dura prova alcune nostre produzioni agricole. Con queste parole il ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, Saverio Romano, ha commentato l’approvazione in Consiglio dei ministri dello stato di emergenza fitosanitario per i danni provocati dai seguenti agenti patogeni: Anoplophora chinensis glabripennis, Rynchophorus ferrogineus (Oliver), Paysandisia archon, thaumetopoea pityocampa, megaplatypus mutatus, matsucoccus feytaudi, tetranychus evansi, bursaphelenchus xylophilus. ”Lo stato di emergenza – aggiunge Romano – si e’ reso necessario per promuovere un coordinamento e un potenziamento della lotta contro questi agenti patogeni che hanno causato rilevanti danni alle nostre produzioni agricole, all’ambiente e al paesaggio della nostra penisola”. I danni provocati dalla diffusione dei parassiti – spiega una nota del ministero – possono essere ingenti e di diversa natura. Alcune specie di insetti, Acari, Nematodi e Microrganismi patogeni introdotti accidentalmente nel nostro Paese da altre aree geografiche con il trasporto di mezzi e persone, non solo si sono acclimatati e diffusi con rapidita’, ma hanno anche causato in anni gravi danni per le colture agrarie, gli ecosistemi forestali e il verde urbano, con pesanti ripercussioni, sia economiche che paesaggistiche. Nel caso delle palme, ad esempio (colpite dal punteruolo rosso), la forte diffusione dell’insetto sta portando ad un cambiamento del paesaggio in tutte le regioni interessate. Senza considerare i danni provocati direttamente agli agricoltori a causa della perdita delle produzioni, dell’obbligo di distruzione delle piante infette, e le perdite dirette dovute al possibile blocco delle esportazioni di produzioni agroalimentari. Lo strumento proposto per affrontare l’emergenza fitosanitaria – spiega il Mipaaf – prevede l’individuazione urgente delle aree di intervento per il contenimento dell’emergenza relativamente ad alcuni organismi nocivi, nonche’ l’individuazione delle urgenti misure di messa in sicurezza per il loro contenimento; il coordinamento dei servizi fitosanitari regionali, delle Regioni e degli enti locali; il coordinamento dell’attivita’ di formazione, ricerca e sperimentazione, prevedendo l’istituzione di un tavolo di concertazione con enti ed istituti di ricerca pubblici e privati; la predisposizione e gestione di un albo degli operatori economici che possono effettuare interventi per l’eradicazione o il contenimento degli organismi nocivi oggetto dell’ordinanza, previa definizione in collaborazione con il servizio fitosanitario nazionale dei requisiti necessari; l’adozione di azioni informative per fornire indicazioni circa i rischi della diffusione degli organismi nocivi anche attraverso un piano di comunicazione a supporto dell’attuazione degli interventi previsti; la realizzazione di una task-force dedicata specificatamente a questa tematica. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.