Archivio Cia riconosciuto di interesse storico

L’Archivio della Cia-Confederazione italiana agricoltori ha ottenuto il riconoscimento ”di interesse storico” da parte della Direzione regionale per i Beni culturali e paesaggistici del Lazio. Lo rende noto la stessa organizzazione, precisando che il provvedimento e’ stGiuseato salutato con soddisfazione dal presidente nazionale Giuseppe Politi. ”E’ stato premiato l’intenso lavoro che in questi anni e’ stato compiuto – afferma Politi – per raccogliere un patrimonio documentario e fotografico di grande valore che ricopre lo spazio temporale di circa un secolo”. L’Archivio storico conservato a Roma nella sede nazionale della Cia, comprende la documentazione istituzionale sull’origine, l’attivita’ e le vicende dell’organizzazione, che testimonia la storia dell’agricoltura, della societa’ rurale e dei movimenti contadini italiani, europei ed extraeuropei. Si tratta di oltre 4.000 fascicoli che vanno dal 1919 al 2000, con la riscoperta di documenti databili al 1850 e, per la parte fotografica, di 7.000 immagini in bianco nero e a colori. Con il riconoscimento dell’Archivio della Cia si chiude un iter che ha preso le mosse a giugno scorso quando la Soprintendenza Archivistica per il Lazio, ministero dei Beni e Attivita’ culturali, aveva avviato il procedimento per la dichiarazione ”di interesse storico”, che ora e’ stata definitivamente ufficializzata. L’Archivio storico della Cia puo’ essere consultato sia attraverso Intranet che direttamente (tutti i giorni feriali dalle 9.00 alle 13.00, previo autorizzazione. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.