Articolo 62: Cia a ministro Catania, necessarie modifiche


“Abbiamo apprezzato e condiviso l’art.62 che regolamenta la cessione e il pagamento dei prodotti agricoli ed alimentari. Tuttavia riteniamo importante proporre alcune modifiche, in modo da rispondere con efficacia alle esigenze del mondo agricolo”. Lo afferma il presidente della Cia-Confederazione italiana agricoltori Giuseppe Politi in una lettera inviata al ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali Mario Catania alla quale è allegato un documento di proposte. In primo luogo, osserva la Cia, “si ritiene opportuno inserire nel testo dell’art. 62 una norma per tutelare i contraenti più deboli rappresentati da quei piccoli agricoltori che, ingenuamente e magari per mancata informazione, consegnino i propri prodotti all’acquirente senza ricevere il contestuale pagamento e senza rispettare l’obbligo di stipula di contratto in forma scritta”. Inoltre, la Cia considera utile “introdurre, nel decreto ministeriale di attuazione della norma la possibilità di escludere dal campo di applicazione dell’art. 62 l’eventuale attività di vendita, da parte delle cooperative agricole ex art. 1 comma 2 del D.Lgs 228/01 nei confronti degli imprenditori soci, di prodotti agricoli rappresentanti le materie prime necessarie per l’ottenimento dei prodotti agricoli e alimentari oggetto di conferimento del socio nella cooperativa”. Per la Cia appare necessario anche modificare ulteriormente il testo del decreto ministeriale, prevedendo l’esclusione dell’applicazione in caso di relazioni tra imprenditori agricoli al fine del completamento del ciclo biologico. Sarebbe, infine, importante – conclude il documento della Cia – la modifica della definizione di “prodotti agricoli” al fine di escludere, per esempio, l’acquisto dei mangimi da parte delle imprese agricole.(ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.