E-R: Assessore Rabboni a Squisito! Le priorità del mandato


Tagliare la burocrazia alle imprese agricole, rendere piu’ veloci le decisioni da parte delle istituzioni, sostenere i prodotti agroalimentari made in Emilia-Romagna sui mercati internazionali, continuare sulla strada della sostenibilita’ ambientale e dei costi, legare sempre di piu’ produzione-offerta enogastronomica-turismo. Sono alcune delle priorita’ per i prossimi cinque anni di mandato illustrate dall’ assessore regonale all’ Agricoltura, Tiberio Rabboni, intervenuto all’edizione 2010 della kermesse enogastronomica ‘Squisito!’, organizzata dalla comunita’ di San Patrignano. Dallo stand della Regione Emilia-Romagna, uno degli sponsor istituzionali di Squisito!, Rabboni ha spiegato – secondo una sintesi diffusa dall’ ufficio stampa – che ”bisogna tagliare la burocrazia alle imprese agricole. Anche se l’80% di questo peso arriva da Bruxelles e da Roma, abbiamo i margini per migliorare la situazione”.

L’ assessore ha annunciato che si sta lavorando ”alla creazione di un registro unico dei controlli in azienda, attraverso cui tutti i soggetti che devono fare controlli incrociano i loro dati senza che dieci o venti persone diverse debbano rivolgersi direttamente all’agricoltore o all’ allevatore, aggravandone il lavoro”. Sempre in tema di semplificazione, secondo Rabboni, ”e’ indispensabile rivedere la filiera istituzionale. Regione, Province, Comuni, Comunita’ Montane, Unioni comunali e tante altre realta’ devono giustamente partecipare alla definizione delle decisioni, ma una volta che si passa alla parte operativa, le parole d’ordine devono essere velocita’ ed efficacia”. Ancora – ha continuato l’ assessore – ”dobbiamo rafforzare il sistema della distribuzione e della commercializzazione dei prodotti emiliano-romagnoli, soprattutto sui mercati internazionali”, cercando di caratterizzare i prodotti con la massima riconoscibilita’. Altro punto forte e’ la valorizzazione della sostenibilita’ ambientale e dei costi:”meno acqua, meno energia, meno trattamenti chimici significano un risparmio economico per l’impresa agricola che permette di migliorare i margini senza appesantire il conto dei consumatori e, allo stesso tempo, vuol dire prodotti piu’ sani”. Infine,”e’ indispensabile stringere il rapporto tra produzione agricola alimentare, offerta enogastronomica e turismo. Legare in maniera piu’ stretta questi tre punti di forza del nostro territorio significa creare un circolo virtuoso con effetti positivi per tutto il sistema regionale”.

Rabboni ha concluso sottolineando che Sanpa e’ ”il luogo ideale per parlare di educazione e di valori legati alla crescita dei ragazzi. San Patrignano e’ la testimonianza dell’efficacia e della solidita’ di un progetto educativo sostenuto da valori forti, profondi e sinceri. Questa e’ la ragione per cui ‘Squisito!’ non e’ solamente un’affermata manifestazione del cibo, ma un’occasione unica in Italia per fare cultura del cibo ed educazione al consumo consapevole”.(ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.