Assica, salumi risentono di crisi ma ‘tengono’

FOTO SALUMIRisente della crisi ma ‘tiene’ il settore dei salumi made in Italy. La produzione ha registrato nel 2013 una lieve flessione dell’1,5%, scendendo a 1,179 milioni di tonnellate da 1,197 milioni dei dodici mesi precedenti. In calo anche il fatturato, che sfiora gli 8 miliardi di euro (-0,5%). Sono i dati di bilancio presentati oggi all’Assemblea di Assica, l’associazione dell’industria delle carni e dei salumi, dopo aver già reso noti i record dell’export con +3,8% in quantità (143.500 tonnellate) e un +5,7% in valore (1,182 miliardi di euro). ”La flessione produttiva – commenta Lisa Ferrarini, presidente Assica – evidenzia una sostanziale capacità di tenuta del settore, ma quello che più ci preoccupa è la forte erosione della redditività aziendale”. Quanto all’andamento dei singoli salumi nel 2013, scendono leggermente produzione e fatturato dei prosciutti crudi (-1,9% pari a 1291.300 ton e -0,9% per 2.223 milioni di euro) e la produzione dei cotti (-0,9% a 283.800 ton), mentre è in lieve rialzo il fatturato ( +0,2% per 1.943 milioni di euro). Ancora in calo la mortadella (-2% in quantità e -1,1% in valore), mentre crescono i wurstel (rispettivamente +1% e +1,1%), favoriti ancora una volta dal fattore prezzo e dalla dinamica domanda estera. Trend negativo, invece, per speck, salame, pancetta, coppa e bresaola, il cui valore, però, guadagna lo 0,7%. Assica segnala infine il calo dei consumi dei salumi pro capite, passati da 18,3 kg l’anno a 18 kg. (ANSA)

Tags: ,

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.