Assobirra, bene parole Galan su accise bevande

birra 2
”Ringraziamo Giancarlo Galan, Presidente della Commissione Cultura che oggi, in linea con quanto sosteniamo da diverso tempo, ha espresso perplessità sull’impianto del decreto che prevede anche l’aumento delle accise sulla birra per finanziare il Dl Scuola. Le parole dell’ex Ministro delle Politiche Agricole confermano la sua attenzione sia per le sorti di un comparto come il nostro, che da lavoro ad oltre 4.700 persone (che arrivano a 150.000 con l’indotto), sia verso i 35milioni di consumatori di birra che sarebbero profondamente colpiti dall’aumento delle accise, con gravi ripercussioni sui consumi. Noi e gli oltre 38.000 italiani che hanno già sottoscritto la nostra petizione per fermare le accise su www.salvalatuabirra.it speriamo davvero che le parole dell’On. Galan siano ascoltate anche dal Parlamento”. Così Alberto Frausin, Presidente di AssoBirra, ha commentato le dichiarazioni odierne di Giancarlo Galan, Presidente della Commissione Cultura, Scienza e Istruzione, che ha espresso perplessità circa la scelta di finanziare il DL Scuola attraverso l’aumento delle accise sulla birra e sui superalcolici. Proprio per contrastare il caro accise deciso dal Governo, che si andrebbe a sommare all’aumento Iva (arrivata ormai al 22%), AssoBirra ha lanciato la scorsa settimana la campagna “Salva la tua Birra”. Si tratta di una campagna simile a quelle organizzate in Gran Bretagna e in Olanda per salvare la classica “pinta” da analoghi aumenti e che in poco meno di 7 giorni ha già raccolto il sostegno di circa 38mila italiani. ”Una iniziativa pensata per tutelare uno degli ultimi piccoli piaceri dei consumatori, e che ha un duplice obiettivo: da una parte, informare cittadini e consumatori su cosa sia davvero l’accisa e su quali conseguenze genererebbe un nuovo aumento in termini di consumi e di occupazione, oltre che di entrate ridotte per lo Stato; dall’altra parte, “chiamare all’azione” gli oltre 35 milioni di consumatori, per agire insieme contro una tassa ingiusta, inefficace e dannosa che in primis andrebbe a colpire proprio loro”. La petizione sarà poi presentata a Governo e Parlamento. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.