Assoenologi, stagione non ottimale ma qualità vino si fa ora

vendemmia 2011E’ ancora presto per fare congrue previsioni vendemmiali, ma caldo umido e temporali estivi stanno mettendo in apprensione i viticoltori chiamati ora a tirar fuor le armi del mestiere per preservare la qualità e le quantità di raccolta delle uva dello scorso anno. “La stagione non è andata in maniera ottimale, sarà dura ripetere i numeri della scorsa annata, e anche l’andamento climatico in taluni distretti produttivi non è stato il massimo, ma la qualità del vino si fa ora. Serve sicuramente un po’ di mestiere, e un buon agosto per una maturazione ottimale”. Parola del numero 1 degli enologi, il presidente di Assoenologi Riccardo Cotarella che, all’ANSA, ha fatto il punto sulla vendemmia 2016.

“La maturazione delle uve dipende dal clima e davanti a tante variabili ci vuole cultura – ha sottolineato Cotarella – che ci vuole con tutti i sistemi di conduzione, da quello tradizionale al biodinamico”. Qualunque stima sulla raccolta è prematura, ricorda ancora l’esperto tecnico, ma la qualità che caratterizza la produzione made in Italy, conclude Cotarella, “si preserva solo con la preparazione scientifica. Da noi non esiste più la cosiddetta coltura del parroco, quella che vede la vite fruttificare senza intervento alcuno. Che si scelga di produrre vino in maniera tradizionale, o biologico o biodinamico quello che d’ora in poi non potrà mancare in vigna è la preparazione professionale”. (ANSA)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.