Assosementi: ragionare su barriere fitosanitarie

seme
“Per il settore sementiero, l’attivazione di un tavolo nazionale permanente per la condivisione di strategie di gestione delle problematiche fitosanitarie rappresenta una necessità per prevenire la creazione di barriere fitosanitarie, potenziare il commercio estero e quindi sostenere la competitività delle imprese sementiere italiane”. Lo ha detto il segretario di Assosementi, Alberto Lipparini al convegno ‘Confrontarsi con il mercato internazionale. Il settore agricolo dell’Emilia-Romagna e le barriere fitosanitarie’ a Bologna. Lipparini ha sottolineato l’esigenza di un maggior coordinamento fra le singole amministrazioni regionali e l’amministrazione centrale. Quale esempio concreto di collaborazione sinergica tra pubblico e privato ha riferito di un progetto-pilota che Assosementi ha sviluppato con il Servizio fitosanitario centrale, il Servizio fitosanitario dell’Emilia-Romagna e l’Università di Bologna che ha consentito di rispondere in maniera snella ed efficiente alle domande fitosanitarie di alcuni paesi esteri. “Il nostro Paese vanta un primato in Europa nella produzione delle sementi. Un primato che occorre difendere dai rischi legati alla burocratizzazione dei processi commerciali. Le richieste di informazioni sui requisiti fitosanitari delle nostre sementi da parte dei Paesi Terzi sono in costante aumento e spesso si configurano come vere e proprie barriere fitosanitarie alle nostre esportazioni. Serve un cambio di linea, serve trovare le necessarie risorse per affrontare con rapidità tali esigenze. Siamo lieti della disponibilità riscontrata nel Ministero e nella Regione Emilia Romagna, il primo passo di un percorso indispensabile per incentivare le esportazioni del Made in Italy” ha concluso Lipparini. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.