Assosementi: rivedere i tempi del registro varietale

“La tempistica delle nuove iscrizioni varietali al registro nazionale deve essere in linea con le epoche di semina e con le esigenze commerciali delle aziende sementiere”. E’ quanto ha dichiarato il presidente Paolo Marchesini, durante i lavori dell’Assemblea generale di Assosementi. “L’innovazione varietale in campo sementiero oggi deve passare attraverso l’iscrizione in un registro nazionale, ma nel mercato unico nulla obbliga a ricorrere all’iscrizione nel registro ufficiale italiano. Se il registro nazionale non sarà in grado di dare certezze nei tempi e recuperare efficienza, non vedo altra scelta per le aziende sementiere – ha detto Marchesini – che andare ad iscrivere i propri materiali in uno degli altri paesi della Comunità”. “Sono oramai anni che attendiamo che i compensi pagati al Tesoro dalle ditte sementiere per le prove del registro nazionale vengano correttamente e per intero destinati alle strutture incaricate delle prove e non siano invece considerati una tassa. E’ vero che finora il ministero delle Politiche Agricole, con le Regioni, è riuscito – aggiunge Marchesini – a tamponare la situazione, ma quest’anno stiamo assistendo, proprio per le incertezze legate ai pagamenti, ad un ritardo da parte di alcune stazioni di prova nel rilasciare i dati sperimentali. Tanto che ci troviamo oggi, quando le semine primaverili sono in pieno corso, con il decreto di iscrizione delle nuove varietà di girasole non ancora pubblicato in Gazzetta e con la Commissione sementi che non è ancora riuscita ad esaminare i risultati delle nuove varietà di soia, di sorgo e delle foraggere”. Secondo Assosementi, ogni anno vengono sottoposte alle prove del registro ufficiale nazionale circa 1.300 varietà, tra specie agrarie ed ortive, con un costo complessivo a carico delle aziende sementiere di circa 2,4 milioni di euro, interamente versati in base ad un decreto del 1988 al Tesoro. (ANSA)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.