Aumenta l’importazione di pomodoro cinese

Nel primi sei mesi del 2010 le importazioni dalla Cina di concentrato di pomodoro sono aumentate del 18% rispetto allo scorso anno, arrivando a 52 milioni di chili. Lo afferma la Coldiretti in base ai dati Istat, chiedendo all’Associazione nazionale industriali conserve alimentari vegetali di rendere immediatamente pubblici i nomi delle industrie che nei loro stabilimenti lavorano il concentrato asiatico; questo per consentire di verificare con quali marchi viene rivenduto il prodotto e la sua reale destinazione. ”L’unica cosa certa e verificabile oggi – sottolinea la Coldiretti – E’ un aumento record delle importazioni di concentrato di pomodoro cinese da parte delle industrie che, nonostante i contratti sottopagano i coltivatori del mezzogiorno costretti ad accettare compensi inferiori del 30% rispetto allo scorso anno”. L’obbligo di indicare in etichetta la provenienza del pomodoro impiegato nelle conserve, conclude la Coldiretti, contribuirebbe a fare chiarezza, impedendo di spacciare come made in Italy conserve ottenute con pomodoro cinese, con l’inganno per i consumatori e danni per i produttori.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.