Aumentano i celiaci in Italia. Casi sottostimati secondo il Ministero

Nel Paese della pasta e della pizza, essere intolleranti al glutine è una vera tortura. Eppure è quello che capita ai celiaci, il cui numero nel nostro Paese è in continua crescita: nel 2011 infatti, rispetto al 2010, c’é stato un aumento delle diagnosi del 19%. Complessivamente in Italia i celiaci diagnosticati sono 135.800. Troppo pochi, secondo il ministero della Salute, che ha appena depositato la sua relazione al Parlamento su questa malattia. La celiachia è infatti l’intolleranza alimentare più frequente a livello mondiale, e ha una prevalenza stimata dell’1%. In Italia quindi dovrebbero esserci circa 600mila celiaci e non 135mila. I dati del 2011 confermano comunque il trend in aumento già osservato negli anni precedenti. La Lombardia è la regione in cui risiedono più celiaci, mentre la Valle d’Aosta quella in cui ne risiedono meno. Dal confronto con i dati del 2010 risulterebbero oltre 13mila nuove diagnosi, di cui più di 5.000 solo in Lombardia. La media dell’incremento nazionale è stata del 19%, con i picchi di Lombardia e Sardegna (26%), seguite da Abruzzo (23%) e Provincia autonoma di Trento (22%). In Campania e Sicilia invece si è avuto l’incremento più basso, rispettivamente con il 9% e l’8%. Le più colpite da questa patologia sono le donne: nel 2011 sono state 96.245 contro 38.655 uomini. Questo perché la celiachia è una malattia mediata da fattori ormonali. Il maggior numero di diagnosi si ha dai 10 anni in su: nel 2011 sono state 116.641 contro le 104.081 del 2010. Nella fascia d’età tra 6 mesi e 1 anno invece la Campania è al primo posto con 36 bambini celiaci, seguita da Abruzzo (8) e Sardegna (7). Fino ai 3 anni e mezzo invece al primo posto c’é la Lombardia (466), seguita da Campania (280) ed Emilia Romagna (250), mentre fino ai 10 anni e dai 10 anni in su le 3 Regioni con più residenti celiaci sono Lombardia, Campania e Lazio. Purtroppo al momento non esiste alcuna cura per questa malattia, se non una dieta senza glutine. “La pillola contro la celiachia è in fase avanzata di validazione e dovrebbe arrivare sul mercato – spiega Umberto Volta, responsabile della struttura semplice di malattia celiaca al Policlinico S.Orsola Malpighi di Bologna – E’ composta da enzimi capaci di digerire il glutine in vivo, ma nella sperimentazione si è visto che agisce su 2-3 grammi di glutine, mentre nella dieta media del nostro Paese se ne assumono 10-20 gr al giorno. C’é poi in sperimentazione un’altra pillola per bloccare l’assorbimento del glutine nella mucosa intestinale, ma i risultati sono meno incoraggianti del previsto. Quanto al vaccino, in sperimentazione sull’uomo negli Usa, serviranno almeno altri 7 anni di ricerche”. (di Adele Lapertosa) (ANSA)

Un Commento in “Aumentano i celiaci in Italia. Casi sottostimati secondo il Ministero”

Trackbacks

  1. Sempre più celiaci in Italia – inGusto « Celiachia News

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.