Austerity nel carrello della spesa


1 famiglia su 3 è costretta a tagliare gli acquisti alimentari, 6 su 10 ha dovuto modificare il menù quotidiano, mentre oltre il 30% è costretta a optare per prodotti di qualità inferiore; tutto questo frequentando sempre più spesso i discount e andando a caccia di promozioni commerciali tra gli scaffali. E’ la Cia ad analizzare i dati 2010 contenuti nell’Annuario Istat che evidenziano un trend che dovrebbe confermarsi anche per quest’anno. Sul fronte dei tagli, rileva la Cia, il 41,4% delle famiglie ha ridotto gli acquisti di frutta e di verdura, il 37% di pane e il 38,5% di carne bovina. In particolare, al Nord il 32% ha limitato gli acquisti (il 39% ha ridotto pane e pesce); al Centro la percentuale sale al 37% (il 38% ha stretto sul pane, il 46% il pesce, il 35% la carne bovina); mentre al Sud si arriva al 49% (il 38% ha ridotto il pane e il 48% la carne bovina). Quanto ai canali di vendita, oltre il 10% delle famiglie ha fatto la spesa negli hard-discount, ma gli iper e i supermercati restano i punti più gettonati con il 69,4% degli italiani, con punte del 75% nel Centro-Nord. Un austerity che, stando alle prime stime del 2011, sembra ripetersi. Sotto il profilo della quantità, secondo la Cia, si registrano cali dell’1,8% per la carne bovina, -1% per i prodotti ittici, -0,4% per gli ortaggi, -0,5% per vini e spumanti, -1,4% per il pane e -1,5% per la pasta. Dovrebbero, invece, risultare in crescita carni suine e salumi (+0,7%), carni avicole (+0,5%), frutta (+0,8%), olio d’oliva (+1,8%) e latte e i suoi derivati (+0,8%).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.