Aviaria: in due giorni raddoppiati casi in Francia

pollo 1In Francia “i casi di influenza aviaria sono raddoppiati in due giorni”: secondo il ministero dell’Agricoltura, Stéphane Le Foll, sono ormai trenta i focolai colpiti nel sud-est del Paese. “Nessun rischio per l’uomo”, assicurano le autorità francesi. Ma otto Paesi – Cina, Corea del Sud, Giappone, Thailandia, Egitto, Marocco, Algeria e Tunisia – hanno già chiuso le porte ai prodotti avicoli francesi come il foie gras. Il virus altamente patogeno non è comunque trasmissibile all’uomo attraverso il consumo alimentare. A fine novembre un primo e piccolissimo allevamento artigianale di volatili a Biras, nel dipartimento della Dordogna, tra Perigueux et Brantme, è stato colpito dal virus H5N1 dell’influenza aviaria – non succedeva dal 2007 – e il ministro Le Foll ha chiesto subito ai suoi servizi di attivare il piano nazionale di intervento sanitario d’urgenza in conformità alle disposizioni europee e internazionali. (ANSA)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.