Balzo del whisky scozzese: export +23% in un anno

L’avanzata del whisky scozzese nel mondo sembra ormai inarrestabile. L’export è infatti cresciuto del 23% in un anno e il valore totale del business è arrivato a toccare 4,2 miliardi di sterline. E questo senza ritoccare i prezzi che in media sono aumentati solo del 2%. Gli USA, stando ai dati diffusi dalla Scotch Whisky Association (SWA), sono il primo importatore, seguiti a ruota dalla Francia – che, però, è prima in base ai volumi. La crescita maggiore viene ad ogni modo dai paesi emergenti. In Brasile, ad esempio, i consumi del whisky scozzese sono aumentati nel 2010 del 48%, mentre a Singapore e Taiwan il segno più è seguito in entrambi i casi da un bel 44%. “Nonostante le incertezze economiche – ha dichiarato Gavin Hewitt, presidente della SWA – lo scotch continua a registrare una crescita nella domanda ai quattro angoli del mondo: piace in paesi come USA e Francia e incontra il favore di giovani professionisti in nuovi mercati Asia e America latina”. Per soddisfare la domanda le distillerie stanno investendo a livelli record. Negli ultimi quattro anni, infatti, l’industria dello scotch whisky ha speso più di un miliardo di sterline in nuovi stabilimenti. Il settore ora dà lavoro a 10.300 persone in Scozia e altre 35mila disseminate nella filiera produttiva britannica.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.