Bari: domani si apre AGRILEVANTE

Una superficie espositiva complessiva in crescita con 45mila metri quadri lordi, di cui 30mila al coperto e 15mila nelle aree esterne, un totale di 230 espositori (due anni fa erano 200) e di 5.000 modelli esposti tra macchine, attrezzature e componenti: si presenta con questi numeri l’edizione 2011 di Agrilevante, organizzata congiuntamente da Fiera del Levante e Unacoma Service (società di servizi dell’Unione Nazionale Costruttori Macchine Agricole) e in programma da domani (giovedì 13) a domenica 16 ottobre (dalle 9 alle 18, ingresso gratuito per gli operatori specializzati presentando il coupon omaggio da compilare agli ingressi). “Con quest’evento – ha dichiarato in conferenza stampa il presidente della Fiera, Gianfranco Viesti – utilizziamo finalmente il nuovo padiglione polifunzionale, il cui merito va attribuito alla precedente gestione che lo ha realizzato e alla Regione che lo ha finanziato. Questa rassegna rappresenta una manifestazione di punta della Fiera e sarà anche bella da vedere”. “Al di là dei numeri – ha aggiunto il presidente di Unacoma, Massimo Goldoni – è la qualità delle tecnologie a testimoniare l’importanza del format, che vede la partecipazione di tutti i maggiori costruttori a livello mondiale, dedica un particolare focus all’innovazione – con la mostra delle novità tecniche premiate da un’apposita giuria – e offre la migliore produzione di macchine e attrezzature per le filiere agro-industriali tipiche del Mediterraneo come quelle ortofrutticola, olivicolo-olearia, vitivinicola-enologica ma anche la cerealicola, l’energetica e delle colture no-food e della multifunzionalità con la prima edizione a Bari del Salone MiA”.
“Crediamo in questa manifestazione – ha affermato la responsabile delle Attività di promozione dell’Assessorato regionale alle Risorse agroalimentari, Maria Teresa D’Arcangelo – per promuovere l’agricoltura, settore trainante della nostra economia”.
Agrilevante costituisce anche l’occasione per ragionare sulla meccanizzazione agricola, in termini di economia, mercato e scenari evolutivi. Il fabbisogno mondiale di macchine agricole è potenzialmente in crescita, in massima parte per la domanda che proviene dai Paesi emergenti (l’India va consolidando un mercato da 400mila trattrici l’anno, la Cina da oltre 300mila, ma in crescita risultano anche Brasile e Russia). Anche quelli dell’area mediterranea esprimono una domanda potenziale di tecnologie che, però, deve fare i conti con le difficoltà economiche dei Paesi dell’Unione europea che si affacciano sul mare e con le crisi politico-militari che investono l’Africa del Nord e il Medio Oriente.
Buoni i dati relativi alla Puglia. La regione, che nel 2010 rappresentava già una quota consistente delle vendite di trattrici sul territorio nazionale (6% del mercato italiano e 24% del mercato del Mezzogiorno), nei primi nove mesi del 2011 vede salire all’8% la propria quota sul totale e al 33% quella sul mercato meridionale. In termini di unità sono 1.580 le trattrici vendute che, raffrontate alle 1.058 registrate nello stesso periodo dello scorso anno, rappresentano un incremento consistente – pari al 49,3% – e ancora più significativo se messo in comparazione non solo con il dato nazionale (+3%) ma con quello medio del Mezzogiorno (-1,2%).
Tutte le informazioni e i comunicati stampa sono presenti su www.agrilevante.eu

Agrilevante 2011: eventi in fiera
L’esposizione internazionale delle tecnologie per l’agricoltura, che si svolge alla fiera di Bari dal 13 al 16 ottobre prossimo, offre un ricco calendario di convegni ed incontri dedicati a temi salienti per l’agricoltura del Mezzogiorno e del Mediterraneo. Spazio anche alle bioenergie, ai Piani di sviluppo rurale e al commercio internazionale dei prodotti ortofrutticoli.
L’Esposizione internazionale di Agrilevante – che si tiene presso il quartiere fieristico di Bari dal 13 al 16 ottobre – costituisce una vetrina delle migliori tecnologie meccaniche per l’agricoltura e l’agroindustria. Oltre ad essere il luogo d’incontro tra l’offerta di prodotti da parte delle industrie costruttrici e la domanda proveniente dagli operatori dell’intera area mediterranea, Agrilevante è anche occasione per convegni e approfondimenti su temi salienti di tecnica, economia e politica agricola. Il calendario degli eventi – che comprende la conferenza stampa delle vigilia che si tiene domani mattina 12 ottobre alle 11.30 presso il quartiere fieristico – prevede, nella giornata di apertura, dopo la cerimonia di inaugurazione alle ore 9.30, un seminario informativo dal titolo “PSR: una sfida per il Mezzogiorno”, organizzato congiuntamente da Mipaaf, regione Puglia ed Unacoma, centrato sull’attuazione dei Piani di Sviluppo Rurale che costituiscono il principale strumento comunitario per finanziare l’innovazione e il miglioramento strutturale delle imprese agricole. Tra gli interventi per il potenziamento delle aziende l’acquisto di macchine e attrezzature di nuova generazione ha una particolare rilevanza. Per questo il seminario, oltre a fornire un quadro generale dello stato d’attuazione dei PSR, è focalizzato sulle misure che riguardano specificamente il sostegno alla meccanizzazione in modo particolare nelle Regioni del Mezzogiorno. Sempre ai PSR è dedicato un workshop, organizzato dalla casa editrice l’Informatore Agrario e da Unacoma nella stessa mattina inaugurale (e poi replicato anche nei giorni 14 e 15), dal titolo “Meccanizzare l’agricoltura conservativa con il PSR e altri aiuti”, finalizzato a fornire agli imprenditori agricoli concrete indicazioni per il migliore utilizzo dei fondi messi a disposizione dal programma comunitario. Filo diretto con Bruxelles anche per quanto riguarda le direttive comunitarie, con il convegno promosso dall’Enama (Ente Nazionale Meccanizzazione Agricola) su “Il controllo funzionale delle macchine irroratrici diventa obbligatorio. Stato dell’arte e prospettive del servizio in Puglia”, specificamente rivolto agli operatori agricoli e della meccanizzazione che utilizzano i sistemi per i trattamenti alle colture e che debbono adeguarsi alle nuove norme per la riduzione dell’impatto ambientale e la sicurezza d’impiego. Di argomento tecnico il convegno promosso dalla Coldiretti Puglia e dall’Associazione regionale Consorzi di Difesa sul tema: “Consorzi di difesa della Puglia: efficaci strumenti a tutela del reddito degli imprenditori agricoli”, fissato per la mattina di giovedì 13 ottobre.
Grande attenzione ad Agrilevante per la filiera olivicolo-olearia, con una serie di convegni di alto contenuto tecnico promossi dall’Università di Bari in collaborazione con l’Unacoma. L’incontro dal titolo “Le olivicolture del Mezzogiorno: stato dell’arte e prospettive”, che si svolge la mattina di giovedì 13, prende in esame i differenti modelli di olivicoltura presenti nel Mezzogiorno e nell’area mediterranea per valutarne le esigenze in termini tecnici e gestionali; mentre un secondo incontro, dal titolo “Olio extra vergine d’oliva: qualità, tecnologia e aspetti nutrizionali e salutistici”, in calendario per la mattina di venerdì 14, è volto ad illustrare le straordinarie caratteristiche del prodotto e tutte le valenze storiche e culturali che possono costituire la leva per una valorizzazione dello stesso sui mercati nazionali e internazionali. Specificamente centrato sugli aspetti della meccanizzazione è invece il terzo appuntamento promosso dall’Università di Bari, il convegno su “La realtà internazionale della meccanizzazione nella filiera olivicolo-olearia”, in programma per la mattina di sabato 15, che vede la partecipazione non soltanto delle università italiane ma anche di esperti provenienti da Australia e Tunisia.
Sempre in tema di filiera olivicolo-olearia è da segnalare il convegno dell’Associazione Frantoiani di Puglia sul tema “Apertura campagna olearia 2011/12 – Adempimenti e linee operative”, che si tiene nel pomeriggio del giorno 14. Accanto all’olivicoltura, altre produzioni importanti del Mezzogiorno hanno visibilità ad Agrilevante, come quella della vite, con il convegno sul tema “La viticoltura pugliese di fronte alle nuove esigenze del mercato del vino: le proposte VCR”; quella dell’ortofloricoltura, con la presentazione del progetto promosso dalla provincia di Bari in collaborazione con l’Università di Bari dal titolo “Sistemi ortofloricoli a basso impatto ambientale: meno agenti chimici convenzionali con l’utilizzo di biopromotori e biodepuratori”, previsto per la mattina del giorno 13; e quella del latte con l’incontro, sempre la mattina del 13, promosso dal Consorzio filiera AQ dal titolo “Filiera AQ: un sistema di alta qualità per i produttori di latte del Sud”. Spazio anche al tema dell’agricoltura multifunzionale e della gestione del verde – per la prima volta rappresentati ad Agrilevante grazie al Salone specializzato “MiA” – con il workshop promosso dall’Informatore Agrario sul tema “Multifunzionalità: gli interventi per migliorare la competitività aziendale”, che viene replicato ogni giorno dal 13 al 15; il seminario promosso da Cultura del Verde per venerdì 14 sul tema “I substrati nel verde tecnico”, e quello promosso da Sinergie e Promoverde sul tema “Architettura, verde, città – per una nuova primavera mediterranea” in calendario per sabato 15. Dedicato alle fonti energetiche rinnovabili è il workshop dal titolo “Agroenergie: come finanziare la costruzione degli impianti”, anch’esso promosso dall’Informatore Agrario e previsto a cadenza giornaliera per il pubblico degli operatori agricoli in visita all’Esposizione. Nel ricco calendario di eventi realizzati nel contesto di Agrilevente non mancano iniziative riferite alla ricerca – vedi la presentazione delle Reti di Laboratorio a cura delle Università di Bari, Foggia, Lecce, Iam di Bari e Cnr, che si svolge nel pomeriggio di venerdì 14 – e riferite al commercio internazionale, come l’importante convegno sul tema “Scenarios of fruit and vegetables trade in the free trade area: relations between Italy and Egypt”, organizzato da Iam di Bari, Regione Puglia, e Spiie/Ministero dell’Agricoltura dell’Egitto, che si tiene la mattina di domenica 16. Ancora in tema di internazionalità, si segnala il workshop promosso da ex ICE e Unacoma, fissato per la mattina del giorno 13, consistente negli incontri B2B con operatori da Arabia Saudita, Iraq/Kurdistan, Giordania e Libano; l’incontro sulle opportunità di investimento nella Regione Autonoma di Vojvodina (Serbia) promosso da VIP (Vojvodina Investment Promotion) e che si tiene nel pomeriggio dello stesso giorno 13; gli incontri B2B con operatori di Egitto, Marocco, Tunisia, Bosnia, Croazia e Serbia che si tengono nel pomeriggio di venerdì 14. Da segnalare anche la conferenza stampa, che si tiene venerdì 14 mattina, per la presentazione del Convegno dal titolo “Le Ampelografie della prima metà del ‘900, e nel pomeriggio dello stesso giorno la presentazione del volume “Il contributo dell’Azienda Provinciale Silvo-Pastorale Cavone allo sviluppo dell’ovinicoltura murgiana”. Spazio infine anche alla cultura gastronomica, con un convegno organizzato dall’Associazione Cuochi Baresi sul tema “Un filo d’olio, extravergine, in cucina” che sarà accompagnato da una dimostrazione di alta cucina.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.