Batterio killer: ecco le regole per evitare il contagio


E’ di una decina di giorni il tempo di incubazione della malattia scatenata dalla variante di E.Coli anche detta entero-emorragica E. Coli (Ehec) – una variante molto rara di Escherichia Coli, secondo il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc) a Stoccolma – trovata nei pazienti tedeschi contagiati. In attesa di trovare la fonte del contagio (sul banco degli imputati le verdure non cotte e le insalate, normalmente molto consumate in questo periodo dell’anno, la frutta, ma anche la carne e il latte non pastorizzato), valgono misure igieniche universali, afferma il direttore scientifico dell’Istituto Spallanzani di Roma Giuseppe Ippolito. Ecco le modalita’ di contagio e le regole di prevenzione IL BATTERIO RESPONSABILE: il focolaio infettivo e’ legato al batterio Escherichia Coli, una variante particolare rara e altamente tossica chiamata E.Coli 104; il microrganismo produce una tossina che danneggia la parete intestinale, provoca diarrea emorragia, penetra nel sangue e produce vari danni gravi agli organi. LA FONTE DELL’EPIDEMIA: Sono in corso analisi epidemiologiche e microbiologiche ( anche in Italia) ma ancora non e’ stata accertata. Sono sospettate le verdure, l’acqua, il latte non pastorizzato, la carne. COME SI MANIFESTA LA MALATTIA: Il batterio si propaga con l’ingestione di alimenti contagiati da fonte animale; diarrea anche con sangue, dolori addominali; la complicazione piu’ grave e’ la sindrome emolitica-uremica: in pratica i globuli rossi si rompono, le piastrine diminuiscono e si instaura una insufficienza renale acuta che deve essere trattata in ospedale con dialisi. TEMPO INCUBAZIONE E TRASMISSIONE: varia da 7 a 15 giorni; la trasmissione del batterio puo’ avvenire sia mangiando alimenti contaminati sia da persona contagiata a persona. LE REGOLE DI IGIENE UNIVERSALI: le precauzioni raccomandate dall’agenzia per la sicurezza alimentare Efsa sono queste: – evitare di mangiare verdure crude come pomodori, cetrioli e insalate in Germania; – sbucciare ogni frutto e verdura, laddove possibile; – frutta e verdura devono essere lavate accuratamente, soprattutto se verranno ingerite a crudo; – usare coltelli separati per la carne cruda e quella cotta, lo stesso dicasi per la verdura prima e dopo la cottura; – lavarsi le mani prima e dopo la preparazione e l’assunzione di cibi, nonche’ prima e dopo l’utilizzo della toilette; – lavarsi le mani prima e dopo un contatto con animali domestici e animali da fattoria, nonche’ prima e dopo aver visitato un’azienda agricola; – cambiare frequentemente gli asciugamani; – mantenere una buona igiene personale. ”I consumatori europei – conclude l’Efsa – sono tutelati da uno dei piu’ robusti sistemi di sicurezza alimentare al mondo. Rigorosi sistemi di monitoraggio e la tracciabilita’ degli alimenti dalla fattoria alla tavola sono stati inoltre attivati a sostegno del buon funzionamento del mercato interno”.(ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.