Batterio killer: i germogli preoccupano l’Efsa

L’Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa) esprime “timori per la sicurezza alimentare” nel consumo di semi germogliati quali cibi pronti al consumo in quanto “determinati batteri patogeni possono contaminare i semi e proliferare durante la germinazione”. E’ il parere del gruppo di esperti scientifici dell’Authority con sede a Parma che ha valutato il rischio per la salute pubblica derivante dal batterio Escherichia coli produttore della tossina Shiga e da altri batteri patogeni che potrebbero contaminare semi destinati alla germinazione e semi germogliati (germogli, germogli embrionali e crescione). Inoltre la prevenzione della contaminazione iniziale durante la produzione, lo stoccaggio e la distribuzione dei semi “sono – sottolineano gli esperti – di primaria importanza, dato che i semi germogliati sono potenzialmente in grado di provocare estesi focolai infettivi di origine alimentare”. Gli operatori del settore che producono semi germogliati, conclude l’Efsa, “dovrebbero cercare di mettere in atto misure aggiuntive di gestione della sicurezza alimentare all’interno di tutta la catena di produzione dei semi germogliati. E i soggetti implicati in tutte le fasi della catena produttiva e i consumatori, compresi coloro che praticano la germinazione casalinga, devono essere informati dei rischi di sicurezza alimentare posti dai semi germogliati”. Il gruppo di esperti scientifici raccomanda infine l’adozione di misure di sicurezza supplementari per la catena di produzione dei semi germogliati. (ANSA)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.