Batterio: nuova contaminazione, questa volta sotto accusa la carne


Proveniva dalla Germania la carne tritata che ha provocato l’intossicazione alimentare dei sei bambini francesi, ricoverati in ospedale a Lilla con sintomi legati al probabile contagio da Ehec, un raro e potenzialmente letale ceppo del batterio Escherichia Coli: lo hanno riferito le autorita’ sanitarie locali, confermando che i bimbi si sono sentiti male dopo aver consumato hamburger decongelati di marca ‘Steak Country’, acquistati in un supermercato appartenente alla catena internazionale ‘Lidl’.
L’azienda produttrice e’ invece la ‘Seb’, con sede nella Francia settentrionale, che ha peraltro precisato di aver confezionato gli hamburger con carne lavorata sul posto, ma proveniente da capi bovini macellati appunto in Germania. La stessa societa’ attraverso un comunicato aveva annunciato l’immediato ritiro dal mercato di tutti i propri prodotti a rischio. I giovanissimi pazienti, il piu’ piccolo dei quali ha venti mesi, versano attualmente in condizioni stabili, “serie ma non preoccupanti”, le hanno definite i medici, escluso dunque “qualsiasi pericolo di vita”; anche se tre hanno dovuto sottoporsi a dialisi in seguito ad attacchi di diarrea con contestuale versamento di sangue.
La diffusione del batterio a Lilla, e’ stato comunque puntualizzato, “al momento non appare legata all’epidemia tedesca”, che ha finora mietuto 37 vittime, tra le quali soltanto una era minorenne, piu’ una donna svedese deceduta dopo essere pero’ ritornata in patria da un soggiorno in Germania. I casi accertati di contagio ammontano a circa 3.300, sparsi in sedici Paesi diversi .

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.