“Beatrice” manna attesa per l’agricoltura

L’arrivo della pioggia di Beatrice e’ una manna per l’agricoltura italiana che ha dovuto affrontare la piu’ grave siccita’ da quasi dieci anni che ha provocato danni per oltre un miliardo di euro e la richiesta della dichiarazione di stato di calamita’ nei territori di molte regioni. E’ quanto afferma la Coldiretti nel sottolineare che le precipitazioni sono importanti per spegnere gli incendi e ripristinare le scorte idriche nei terreni, negli invasi, nei laghi e nei fiumi a secco in vista delle prossime semine e per salvare alcune colture in campo ma arrivano troppo tardi per coltivazioni come il mais per il quale e’ ormai andato perso quasi un terzo del raccolto nazionale. A causa della lunga assenza di precipitazioni e per il caldo torrido la disponibilita’ idrica per usi civili e agricoli e’ limitata con il livello dei grandi laghi del nord come il Maggiore e il Garda che – sottolinea Coldiretti – si trova ben al di sotto della media mentre quello di Como e’ ormai prossimo al minimo storico del periodo. Una situazione di difficolta’ che si estende a fiumi e laghi su tutto il territorio che ha gia’ fatto scattare in alcuni casi razionamenti e divieti. L’arrivo della pioggia – sottolinea Coldiretti – e’ importante, ma per essere utile deve cadere in modo costante e leggero mentre i forti temporali, soprattutto se accompagnati da grandine, provocano gravi danni alle colture. Se le precipitazioni sono intense i terreni aridi non riescono ad assorbire l’acqua che cade violentemente e tende ad allontanarsi per scorrimento. Una situazione che – conclude la Coldiretti – aumenta il pericolo di frane e smottamenti in un territorio come quello nazionale dove il 68,9% del totale dei comuni italiani (5.581) presentano aree a rischio idrogeologico.(AGI)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.