Benzina: Cia, i nuovi rialzi pesano sulle tavole 200 euro


I continui rincari della benzina rischiano di stravolgere il carrello della spesa: le ricadute sui prezzi di cibo e bevande superano i 200 euro l’anno. Lo afferma la Cia- Confederazione italiana agricoltori, commentando gli ultimi record registrati dai carburanti nel fine settimana. Con benzina e gasolio, ormai stabili rispettivamente sopra 1,80 euro e 1,70 euro al litro, l’aggravio di spesa sull’anno è di quasi 450 euro a famiglia solo per i costi diretti; forti quindi le ricadute su cibo e bevande, considerato che il trasporto incide sul prezzo finale dei prodotti agroalimentari per il 35-40%. Rialzi dei carburanti che, sottolinea la Cia, mettono ko i bilanci delle famiglie ma anche delle aziende: in meno di 2 anni i listini del gasolio agricolo sono aumentati del 130%, pari ad un costo aggiuntivo di oltre 5 mila euro ad impresa. La parola d’ordine per la Cia è ‘agire in fretta’ dove, per aiutare gli agricoltori serve pensare a un ‘bonus’ ad hoc sul modello dell’accisa zero per le serre in vigore fino a novembre 2009; mentre sul fronte delle famiglie, è necessario bloccare il previsto prossimo aumento dell’Iva e introdurre il meccanismo dell’accisa mobile.(ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.