Bevande alla frutta: sindaci della provincia ravennate aderiscono all’appello Coldiretti

succo aranciaPiù frutta – e quindi più benessere e salubrità – dentro le bevande alla frutta. Coldiretti Ravenna si è mobilitata per ‘ribaltare’ la decisione assunta dalla Camera della Commissione Politiche dell’Ue – che sotto le pressioni delle solite lobby aveva bocciato l’emendamento finalizzato ad innalzare la percentuale minima di frutta nelle bevande analcoliche dall’attuale 12% al 20%. L’appello lanciato da Coldiretti è stato accolto dalle prime amministrazioni comunali della provincia. Nei giorni scorsi i Comuni di Brisighella, Russi, Cervia, Solarolo, Castel Bolognese e i 9 aderenti all’Unione dei Comuni della Bassa Romagna (Lugo, Bagnacavallo, Conselice, Fusignano, Alfonsine, Bagnara, Sant’Agata sul Santerno, Massa Lombarda, Cotignola) hanno deliberato approvando l’ordine del giorno che sollecita il Parlamento ad innalzare la percentuale di frutta nelle bevande, un segnale concreto a sostegno e tutela delle produzione ortofrutticole del territorio e del vero Made in Italy agroalimentare.
“Coldiretti ha chiesto il supporto delle istituzioni ravennati per il riconoscimento di un dato di fatto – spiega il presidente Massimiliano Pederzoli –. Come facciamo a chiamare ‘di frutta’ una bevanda che solo per un ottavo, il 12% appunto, è fatta di frutta?. Avere sindaci e Comuni al nostro fianco non fa che confermare quanto la nostra battaglia sia giusta e sentita anche dalle comunità locali. Non avevamo dubbi – conclude Pederzoli – sapevamo che un territorio tanto vocato all’ortofrutta di qualità non se ne sarebbe rimasto in silenzio dinanzi ad una decisione che danneggia sia i produttori che i consumatori a beneficio delle sole lobby”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.