Bieticolo saccarifero: ANB, serve terapia d’urto

Il Presidente di ANB Mario Guidi, accompagnato dal Direttore Generale dell’Associazione, Michele Distefano, ha partecipato alla celebrazione dei cinquant’anni del CNB, nella quale un appassionato e commosso, padrone di casa, il presidente Mincone, ha ribadito il profondo legame di amicizia e la condivisione sindacale con l’ANB, per la tutela e la promozione della coltura della barbabietola da zucchero.
“Condivido l’analisi – dichiara Guidi – fatta da Mincone, sulle cause che hanno portato le semine di barbabietole al minimo storico: aiuti pregressi non pagati, campagna 2010 deludente, prezzo bietola non competitivo con le altre colture a seminativo in forte crescita, andamento climatico sfavorevole.
Condivido allo stesso modo con il CNB, la necessità però di reagire con una immediata “terapia d’urto” che preveda una iniezione di fiducia per gli agricoltori nella prospettiva delle prossime semine.
Gli ingredienti della terapia sono semplici.
Innanzitutto il pagamento immediato degli aiuti di stato per le campagne 2009 e 2010, già deliberati. E’ incredibile che l’amministrazione pubblica, in un gioco di tecnicismi incrociati tra i vari ministeri, trattenga, senza motivo ne tecnico ne economico, ben 85 milioni di euro già stanziati a favore del settore bieticolo saccarifero. E’ inaccettabile mettere in ginocchio un settore strategico per la nazione, posti di lavoro, redditi di aziende,ma soprattutto viene da chiedersi il perché ciò accade.
In secondo luogo il tavolo interprofessionale deve decidere, prima dell’apertura delle fabbriche, il nuove prezzo per il 2012 che deve essere remunerativo a prescindere dall’andamento delle altre colture.
In terzo luogo bisogna consolidare le risorse dell’articolo 68 per i prossimi anni.
Quarto, bisogna proseguire con determinazione il progetto di valorizzazione agroenergetica delle polpe che ANB e CNB hanno messo in piedi e che ha permesso per il 2011, con grandi sacrifici, di mantenere il prezzo accettabile. Ci aspettiamo dalle regioni e province coinvolte un senso di collaborazione per la realizzazione degli impianti per la produzione di energia elettrica.
Se la filiera sarà in grado di condividere e attuare questa “terapia d’urto” – ha concluso Guidi -allora ci sarà un futuro per lo zucchero in Italia, diversamente diventeremo totalmente dipendenti dal mercato di un prodotto, lo zucchero sempre più difficile e volatile.”

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.