Bilancio Ue: Italia rischia 20% fondi di coesione

L’Italia, nel periodo 2014-2020, rischia di perdere circa il 20% dei fondi di coesione rispetto a quanto le è stato assegnato per il periodo 2007-2013. Lo si è appreso a margine del vertice Ue. Il taglio è stato calcolato in base alla bozza di bilancio presentata dal presidente permanente del Consiglio Herman Van Rompuy nei giorni scorsi. Le stime che circolano a Bruxelles parlano, per quanto riguarda i futuri fondi di coesione destinati all’Italia, di un contributo Ue procapite che, in base alle proposte di Van Rompuy, passerebbe da circa 180 a 140 euro. Un taglio che si andrebbe ad aggiungere a quello, pari a 4,5 miliardi, che l’Italia potrebbe subire sul fronte della politica agricola comune attraverso la riduzione degli aiuti diretti e di quelli destinati allo sviluppo rurale. La prospettiva dei tagli preoccupa Roma, che nel 2011 è risultata essere, in termini assoluti, il terzo contributore netto al bilancio Ue (il primo in termini di rapporto con il Pil) con un saldo negativo tra importi versati e quelli ricevuti pari a 5,9 miliardi di euro rispetto ai 5,2 del 2010. Un peggioramento dovuto, spiegano gli addetti ai lavori, anche a motivi ‘contingenti’ che tuttavia indicano una tendenza che deve essere corretta.(ANSA)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.