Bio: Aiab, su certificazione servono soluzioni condivise


In tempo di crisi globale il biologico e’ l’unico segmento dell’agroalimentare che mostra un trend in aumento, indicando inequivocabilmente una variazione di tendenza rispetto all’approccio sostenibile alle risorse. Anche per questo, non bisogna tradire la fiducia dei milioni di consumatori responsabili che di questo successo sono il vero motore. In quest’ottica, l’Associazione Italiana Agricoltura Biologica organizza la II Conferenza Nazionale sulla certificazione biologica, che si terra’ a Roma giovedi’ 25 novembre, dove alla presenza degli stati generali del biologico, saranno illustrati i risultati di uno studio approfondito sul sistema di certificazione vigente per il biologico, sulle sue criticita’ e le proposte per migliorarne l’efficienza.
Lo scorso anno, nella prima Conferenza Nazionale sulla certificazione, erano state individuate tutte le criticita’ del sistema di certificazione. Criticita’ che obiettivamente creano un ostacolo allo sviluppo del bio in Italia. Nei mesi trascorsi Aiab ha lavorato sodo alla ricerca di soluzioni. Lo ha fatto tramite una miriade d’incontri, consultazioni e sperimentazioni, coinvolgendo piu’ di 350 persone del mondo del bio, tra produttori, trasformatori, tecnici, dirigenti, organismi di certificazione, consumatori, gruppi d’acquisto e amministratori locali. I tavoli di consultazione sulla certificazione di parte terza hanno individuato proposte per la semplificazione burocratica, la tariffa giusta per il servizio di controllo, la qualificazione del tecnico valutatore, i piccoli agricoltori e la ristorazione collettiva.
Sono stati anche sperimentati, in Italia, schemi alternativi di certificazione gia’ in uso in altre parti del mondo, disegnando modelli di certificazione di gruppo e di garanzia partecipativa. Le proposte elaborate saranno presentate e discusse nella seconda Conferenza sulla Certificazione. (AGI)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.