BioFregola con grano sardo scommette sul mercato mondiale

grano
La prima fregola biologica prodotta con grano sardo punta a conquistare un mercato che nel giro di pochi anni ha triplicato la propria domanda. “BioFregola” è pronta ad approdare nelle tavole di tutto il mondo. L’esperimento portato a compimento grazie ai fondi comunitari del Psr 2007-2013 ha dato ottimi risultati. Il progetto di ricerca, di cui è capofila il pastificio “I cagliaritani” e di cui sono partner l'”Azienda agricola Turra”, la società di consulenza “Albatros” e il Consiglio nazionale delle ricerche, è stato presentato oggi nella sede dell’Area di ricerca di Sassari. “Si tratta di un esperimento di rilevanza internazionale, perché il tentativo è di individuare metodi di coltivazione e di trasformazione che, pur andando nella direzione della sostenibilità, possano stare nel mercato in maniera competitiva”, ha spiegato Andrea Prato per Albatros. Per Gianni Re, uno dei ricercatori del Cnr di Sassari che ha seguito da vicino il progetto, “l’introduzione della coltura di frumento è una valida opportunità per ottenere reddito integrativo attraverso il reimpiego in azienda dei residui di produzione, e questo dà molte chance alle aziende estensive”. E la granella ottenuta, assicura il ricercatore, “è ottima per la realizzazione di alimenti biologici e di qualità”. Gianpaolo Siotto, ingegnere e consulente del Cnr, che si è occupato degli aspetti meccanici e industriali della produzione di “BioFregola”, sottolinea come “il prodotto ottenuto sarà competitivo sul mercato grazie alla progressiva automazione di tutte le procedure di preparazione, e in più conterrà un plusvalore in termini di qualità e di originalità”. Soddisfatti anche gli imprenditori che per primi hanno scommesso sul progetto. “Grazie alle rotazioni studiate e sperimentate negli anni, oggi fare agricoltura biologica inizia ad avere senso anche in termini economici – spiega Salvatore Turra – dopo quindici anni di scommesse e di non grandi riscontri a livello commerciale siamo contenti di aver collaborato a questo progetto”. Il pastificio “I cagliaritani” produce fregola sarda da cinquant’anni. “Possiamo dire che siamo di fronte a un prodotto altamente competitivo”, racconta Cristiano Sainas. “Dal grano sardo abbiamo ottenuto una semola particolarmente fine, che grazie a vari esperimenti è diventata adatta alla produzione di un’ottima fregola – aggiunge – ma siamo pronti a sperimentare anche altri tipi di pasta, come i malloreddus, e di pani tipici”. (ANSA)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.