Biolmiel: il miele biologico e’ siciliano, alle pendici dell’Etna

Il miele, protagonista al Parco dell’Etna per il “Premio Biolmiel”, seconda edizione del concorso internazionale per i migliori mieli da apicoltura biologica nel mondo, che si è svolto presso la sede dell’Ente, l’ex Monastero Benedettino di San Nicolò La Rena a Nicolosi. Ad aggiudicarsi la vittoria il miele di acacia dell’azienda pavese Sergio Ricci, secondo una giuria accreditata di esperti che ha assaggiato 135 prodotti in concorso dalle regioni italiane, dalla Slovenia e Croazia, da , da Grecia e Spagna, ma anche da Messico, Hawai e Libano). Dopo il primo posto dell’Azienda di Pavia, sul secondo gradino del podio il miele di tiglio dell’Agricoltura Zipoli di Cremona e terzo il miele di acacia dell’Azienda Agricola Biologica Modolo Luca di Piacenza.
Tra i mieli vincitori nelle singole tipologie, 4 sono siciliani a conferma della elevata qualità della produzione biologica insulare: il miele di agrumi dell’Azienda Fossa dell’Acqua di Catania; il miele di Eucalipto dell’Apicoltura Cannizzaro di Catania; il miele di cardo dell’Azienda Montepian di Ragusa; il miele Millefiori dell’Azienda Melauro di Enna. Tra i mieli stranieri, infine, sono stati premiati tre mieli greci di timo, di melata di abete e di erica.
Il Premio, ospitato e patrocinato dal Parco dell’Etna, è stato organizzato da ICEA (Istituto per la certificazione etica e ambientale) in collaborazione con il CRA-API, Unità di ricerca di apicoltura e bachicoltura di Bologna, che ha curato la selezione e la valutazione dei mieli. Hanno patrocinato il concorso anche il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, la Provincia Regionale di Catania e il Comune di Nicolosi.
Nel convegno conclusivo, il Commissario Straordinario del Parco dell’Etna Ettore Foti ha sottolineato l’importanza dell’attività dei produttori di miele nel territorio (circa 600 aziende, tra metodo convenzionale e biologico) e l’impegno dell’Ente per l’attivazione di un marchio di qualità per il miele e gli altri prodotti tipici. Sono intervenuti anche l’assessore comunale all’ambiente di Nicolosi Giuseppe Di Mauro; il presidente nazionale dell’Icea Nino Paparella e il responsabile per la Sicilia Walter Tropea; il presidente della giuria Gianluigi Marcazzan, del CRA-Api Bologna. Molto apprezzato l’intervento di Nikolaos Kontolamos, dell’Università di Atene, che ha ripercorso le tappe dell’antica storia della produzione del miele e ne ha evidenziato le qualità terapeutiche.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.