Biomasse: Confagri Emilia Romagna boccia la delibera regionale

Confagricoltura dell’Emilia Romagna boccia la delibera con cui la Giunta regionale ha deciso che, nelle aree critiche per lo smog (all’incirca tutta la pianura tranne che nel Ferrarese), le nuove centrali elettriche a biomasse potranno essere realizzate solo a ‘saldo zero’ di emissioni Pm10 e NO2. Il presidente di Confagricoltura, Guglielmo Garagnani, dice ‘basta’ – in una nota – a quella che definisce la “gestione casuale e incomprensibile della Giunta regionale in merito alle politiche per la realizzazione di energie da fonti rinnovabili, probabimente frutto di un opportunismo che nulla ha a che fare con le modalità della regione che siamo abituati a conoscere”. Per Garagnani, “sono del tutto incomprensibili le motivazioni per cui la Regione dopo essersi spesa per anni per una politica favorevole e incentivante alle fonti rinnovabili, come peraltro imposto dalla stessa direttiva comunitaria, presenta atti normativi che agiscono in modo contrario e impediscono in concreto la loro fattiva realizzazione”. Così, “dopo aver boicottato impianti eolici, idroelettrici e fotovoltaici – prosegue – si è giunti con questo ultimo atto a chiudere la possibilità di produrre energia ‘pulita’. La scusa più volte adottata è di voler preservare il terreno agricolo per destinarlo a scopo alimentare, con quale coerenza visto che anche questo è però di fatto disatteso dalla cementificazione autorizzata dalla Regione che di fatto toglie in maniera definitiva dalla nostra pianura terreno fertile e produttivo”. Garagnani si dice ‘amareggiato’ e conclude guerreggiando: “porremo la massima attenzione agli indirizzi di ostruzionismo alle politiche energetiche voluti dall’Assessorato all’Ambiente e valuteremo attentamente se queste rispettano le normative europee e in caso di sanzioni chiederemo che sia lo stesso Assessorato a farsene carico. Auspichiamo un chiarimento dalla Regione quanto prima su come dobbiamo considerare il futuro delle politiche energetiche a fronte di queste continue attività che di fatto bloccano ogni sviluppo reale”. (ANSA)

2 Commenti in “Biomasse: Confagri Emilia Romagna boccia la delibera regionale”

  • marco b. scritto il 20 aprile 2012 pmvenerdìFridayEurope/Rome 22:06

    Sono anni che questa Giunta regionale boccia sistematicamente iniziative nelle rinnovabili. Intanto tollera , o addirittura promuove, la cementificazione selvaggia – va detto cosi’ – dei capannoni senza piano industriale di supporto e dei centri commerciali, l’ ultimo grido del degrado urbanistico e sociale. 

  • cimasecca scritto il 21 aprile 2012 amsabatoSaturdayEurope/Rome 9:10

    La solita coerenza della regione E.R. che predica bene e razzola male. A me è saltato un contratto da 15 ettari di pannelli fotovoltaici. Inciucioni!!!

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.