Bioprodotti: in Italia 160 mln tonnellate scarti utilizzabili. I dati al BioEnergy di Cremona

bioplastica_foto da wikipedia
In Italia si può contare su circa 160 milioni di tonnellate di scarti agroalimentari, deiezioni animali e sottoprodotti agricoli che possono diventare bioprodotti, per esempio trasformando in carta e pelle gli scarti industriali delle mele. È il dato emerso al BioEnergy Italy, il salone delle tecnologie per le energie rinnovabili in programma fino al 27 febbraio a CremonaFiere. Durante la manifestazione sono state diffuse anche delle stime di settore a livello europeo: il mercato dei principali bioprodotti (bioplastiche, biolubrificanti, tensioattivi vegetali e biosolventi) si prevede raddoppi da 20 a 40 miliardi di euro nei prossimi 16 anni occupando circa 93 mila addetti ed è in crescita anche la domanda di materie prime agricole per lo sviluppo di bioprodotti.

Foto da Wikipedia

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.