Birra artigianale italiana, mondo in ‘fermento’

birra 2Un mondo in continua evoluzione e movimento con chiusure che si alternano a nuove aperture con un saldo ogni anno positivo. E’ quello della birra artigianale in Italia e dei suoi spesso microproduttori. Nel 2015 tra birrifici veri e propri, beerfirm e brewpub, si è superata la quota dei mille esercizi. Erano 872 nel 2014. Nei dati di Unionbirrai – che insieme alla Fiera di Rimini organizza Beer Attraction – i microbirrifici veri e propri (540 censiti di cui però pienamente attivi 494) sono stabilimenti di produzione diretta, le beerfirm (260) sono strutture che non hanno stabilimenti propri, ma che comunque producono birra artigianale presso impianti terzi; infine ci sono i brewpub (circa 200), che sono birrifici con annessi locali di vendita.
Il complesso dei microbirrifici e dei brewpub italiani produce ogni anno 450mila ettolitri di birra artigianale con un fatturato alla produzione dell’ordine dei 20 milioni. I fatturati variano comunque molto a seconda delle dimensioni dei birrifici. Il 45% di loro realizza meno di 100mila euro all’anno, il 4 tra i 100 e gli 800mila e il 12% oltre questa cifra. Il consumo nazionale di birre artigianali è pari al 3% del consumo di birra totale (dato triplicato rispetto al 2012), che nel 2014 è stato di 17,5 milioni di ettolitri, per un consumo pro-capite di 30 litri annui a persona (contro una media europea di 80). I consumi sono concentrati soprattutto in estate, con una media di 13,5 litri a testa, tanto che oltre il 10% degli italiani dichiara di bere birra solo in questa stagione. Nel primo semestre del 2015 il consumo di birra in Italia è diminuito del 3%. Meglio sono andate le cose nella seconda metà dell’anno, quando il caldo di luglio e agosto, e parte di settembre, ha fatto risalire i consumi del 6,1% rispetto all’estate 2014, caratterizzata da temperature assai più miti. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.