Bologna e NY gemellano mercati in vista di Eataly World

FICO1“Bologna è la città del cibo” e si gemella con New York: un’alleanza all’insegna della buona alimentazione e della eno-gastronomia sostenibile e’ stata siglata a Manhattan tra il Comune del capoluogo emiliano-romagnolo, il Caab-Centro Agroalimentare di Bologna e GrowNYC, l’associazione che da 40 anni si occupa di migliorie ambientali per la salute dei newyorchesi, a cominciare dal cibo.
Fanno capo a GrowNYC 52 mercati ortofrutticoli di quartiere dal Bronx a Brooklyn a partire dal più grande e famoso, quello di Union Square. Ed è stato proprio a Union Square che il il vice sindaco Matteo Lepore e Marcel Van Ooyen, direttore esecutivo di GrowNYC hanno tagliato il nastro all’iniziativa.
Promozione dell’agricoltura sostenibile, protezione dell’ambiente, importanza della nutrizione e della salute per educare una comunità a mangiar bene e sano nel rispetto dell’ambiente e evitando gli sprechi: la firma del memorandum è stata anche l’occasione per offrire al pubblico newyorchese un “assaggio” di quello che sarà Eataly World, la Disneyland del cibo, che sorgerà tra un anno negli spazi dell’ex mercato ortofrutticolo raccogliendo il testimone dall’Expo in chiusura.
Si chiamerà Fabbrica Italiana Contadina, ed è un progetto ambizioso: non esiste finora nel mondo un parco “a tema” che raccolga tutta la filiera del cibo dal campo di grano al consumo. “Bologna – ha spiegato Lepore – è più che attrezzata a mettere in piedi l’iniziativa, forte della sua realtà industriale legata a nomi celebri, da Ducati e Lamborghini a Furla e Carpigiani, l’azienda che da sola produce il 50% delle macchine per gelato al mondo, ma anche della sua secolare università”. Eataly World è frutto dell’intuizione di Andrea Segrè, ex preside di Agraria e presidente della nuova iniziativa: la struttura del Caab era altrimenti destinata ad una lenta morte per il progressivo fallimento degli operatori del settore. “La presentazione di Bologna City of Food agli operatori statunitensi e la presenza di una cooking station dedicata all’evento del mercato di Union Square evidenziano le potenzialità in chiave economica legate al patrimonio agroalimentare di Bologna e dell’ Emilia Romagna, prima regione per l’export agroalimentare in Italia”, ha detto Segrè secondo cui “oggi la valorizzazione del cibo e dell’agroalimentare deve andare di pari passo con i parametri prioritari di sostenibilità”. Una strategia abbracciata dal Caab con la realizzazione del più grande impianto fotovoltaico su tetto d’Europa che alimenterà Eataly World e i 108 Orti Urbani coltivati in chiave sostenibile da giovani e famiglie under 30. Derivata direttamente da questa strategia è l’International Sustainability & Food Award 2015, Premio rivolto a professionisti, ricercatori, cittadini, enti che si siano distinti per progetti di sostenibilità in campo agroalimentare. Della Giuria faranno parte anche esperti di GrowNYC e del Comune di New York. Il premio sarà assegnato per la prima volta in occasione di Expo 2015 a Milano e a Bologna dall’edizione successiva, nella sede di Eataly World. (di Alessandra Baldini – ANSA)

Un Commento in “Bologna e NY gemellano mercati in vista di Eataly World”

Trackbacks

  1. Bologna e NY gemellano mercati in vista di Eata...

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.