BolognaFiere e FederUnacoma, sinergia strategica per la meccanica agricola

Presentato in conferenza stampa l’accordo di lungo periodo che impegna la federazione delle industrie italiane del settore e la società fieristica per le prossime sette edizioni biennali sino al 2024.
La rassegna internazionale dell’EIMA è saldamente “bolognese”. La federazione dei costruttori di macchine agricole FederUnacoma (Confindustria) e BolognaFiere hanno firmato l’accordo per il rinnovo a lungo termine della collaborazione. L’accordo – presentato questa mattina a Bologna nel corso di una conferenza stampa – prevede, oltre alle edizioni del novembre prossimo e del novembre 2014, già definite in forza del precedente contratto, ulteriori cinque edizioni biennali, che impegnano le parti fino al 2024. L’accordo conferma un sodalizio storico (la prima edizione dell’EIMA risale al 1969) che ha fatto dell’Esposizione internazionale della meccanizzazione agricola una delle rassegne di settore più importanti e prestigiose a livello mondiale ed uno degli appuntamenti principali nel calendario fieristico di Bologna. Soprattutto, l’accordo rilancia una partnership che vede FederUnacoma e Bolognafiere impegnate per l’ulteriore sviluppo della manifestazione, e che comporta un adeguamento delle strutture e delle strategie promozionali sulla base delle esigenze logistiche e organizzative che emergeranno nelle future edizioni. Un impegno comune, dunque, che va ben oltre l’accordo sull’uso degli spazi espositivi, proponendosi di rafforzare il rapporto fra l’industria di riferimento e BolognaFiere che, da sempre, riserva grande attenzione ai principali distretti industriali. Il Quartiere fieristico di Bologna ospita, non a caso, diversi eventi leader internazionali che proiettano il meglio della ricerca e dell’innovazione italiana sui più importanti mercati di riferimento (dalla cosmesi alla meccanica, dall’automotive alle costruzioni,…). Eventi che sono piattaforme e strumenti per le imprese e che devono sempre più accreditarsi, ed essere riconosciuti, come momenti essenziali di una politica industriale, fondamentali per il rilancio dell’economia.
“Questo contratto con Eima – dichiara Duccio Campagnoli, presidente BolognaFiere – ci ha stimolato e ci impegna a dare corso a un progetto strategico di innovazione e adeguamento del Quartiere fieristico, che abbiamo già avviato, per essere anche in futuro il centro fieristico di riferimento delle grandi manifestazioni dei distretti produttivi del made in Italy che debbono mantenere e accrescere il profilo di manifestazioni leader a livello globale. L’accordo con FederUnacoma – prosegue Campagnoli,– non conferma solo un’intesa, ma dà l’avvio a un vero e proprio partenariato tra BolognaFiere e la Federazione, che vogliamo ringraziare per la fiducia nei confronti del quartiere fieristico bolognese. E’ anche attraverso una collaborazione sempre più stretta con gli organizzatori e le associazioni di categoria che BolognaFiere intende operare per accreditarsi, in maniera ancora più incisiva, quale polo fieristico italiano di riferimento per i materiali, le tecnologie e i prodotti del futuro, una vetrina internazionale per l’innovazione e la ricerca”.
“La fiera di Bologna, insieme con i distretti produttivi collocati nelle province dell’Emilia Romagna – ha sostenuto il Presidente di FederUnacoma Massimo Goldoni – gode di grande immagine e reputazione, e costituisce per la meccanica e la motoristica uno del “poli” di riferimento a livello mondiale. La meccanizzazione agricola è destinata ad avere uno sviluppo sempre maggiore nelle diverse aree del Pianeta, essendo lo strumento fondamentale per la crescita dell’economia, oltre che nei Paesi occidentali più avanzati, nei Paesi emergenti e nelle aree in via di sviluppo. EIMA International, che già oggi attira a Bologna espositori da 40 Paesi e visitatori da 140 Paesi, ha davvero la possibilità di catalizzare l’interesse degli operatori – ha aggiunto Massimo Goldoni – e di essere sempre più per il vasto settore della meccanica agricola e la cura del verde il crocevia dei mercati, dall’Ovest all’Est e dal Nord al Sud del mondo”.
fotohttp://www.flickr.com/photos/pierluigi-ricci/

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.