Brio protagonista al Biofach di Norimberga

brio prodotti

prodotti Brio

Nuovo appuntamento internazionale per BRIO, azienda leader nella commercializzazione di prodotti alimentari bio, che oltre alla capofila italiana conta due società collegate in Germania (BRIO Deutschland a Monaco) e in Francia (BRIO France a Monteleger e Perpignan). Dopo la presenza al Fruit Logistica di Berlino, la società di Campagnola di Zevio (VR), che vanta un’esperienza ultra ventennale nel settore, partecipa infatti a Biofach, la più importante rassegna mondiale dedicata al biologico in programma a Norimberga dall’11 al 14 febbraio. Un appuntamento decisamente strategico in quanto riunisce i principali buyer e operatori mondiali del comparto (nel 2014 il quartiere fieristico della città tedesca ha “ospitato” oltre 2.260 espositori e quasi 42.500 visitatori provenienti da più di 100 paesi) e quest’anno incentrato in particolare sull’analisi delle potenzialità future del biologico, come indica lo slogan Organic 3.0.
Si tratta di un settore in costante crescita come dimostrano i dati secondo i quali nel 2014 nel nostro paese la domanda di questi prodotti è aumentata dell’8%, rispetto all’anno precedente, la percentuale di consumatori di alimenti bio ha raggiunto il 59% e il fatturato complessivo si è collocato sui 3,6 miliardi di euro tra mercato interno ed estero.
“Per rafforzare ulteriormente la propria presenza all’interno di questo comparto – dichiara il presidente Gianni Amidei – BRIO ha recentemente realizzato un importante processo di aggregazione e l’appuntamento di Biofach rappresenta il palcoscenico ideale per la sua presentazione internazionale: sono infatti entrati nella sua compagine societaria alcuni nuovi soci, protagonisti di primo piano del settore ortofrutticolo, come Agrintesa, Apo Conerpo e Alegra. Nello stesso tempo, la cooperativa La Primavera, pioniera del biologico italiano e fondatrice della stessa BRIO, ha aderito ad Agrintesa e ad Apo Conerpo”.
“L’obiettivo di questa operazione – prosegue Amidei – è conquistare la leadership nella produzione e commercializzazione dell’ortofrutta coltivata con tecniche naturali e certificate, rispettose della salute e dell’ambiente”.
“Complessivamente, – dichiara il direttore generale di BRIO, Andrea Bertoldi – il gruppo commercializza circa 330.000 quintali di prodotti bio con un fatturato di quasi 56 milioni di euro ottenuto per il 90% dalla vendita di ortofrutticoli”. “In questo scenario – prosegue Bertoldi – nel 2014 il marchio Alce Nero, che ‘firma’ la produzione di ortofrutta biologica dei soci BRIO dedicata al canale della Grande Distribuzione Organizzata, ha fatto registrare un lusinghiero +27,8% delle vendite in valore e un incremento del 7% in volume (dati Nielsen rilevati a fine dicembre)”. “BRIO – conclude il direttore generale – condivide molti valori alla base dell’azione quotidiana di Alce Nero di cui è diventata socia nel 2011. Dalla collaborazione con questo importante protagonista del biologico (che conta oltre 1.000 agricoltori e apicoltori) è nata una linea di ortofrutta fresca di gamma top con referenze distintive per qualità e sapore. Tra gli obiettivi dell’aggregazione anche lo sviluppo di nuovi canali commerciali sui mercati esteri”.

Tags: ,

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.