Brunello e Rosso di Montalcino: il 2012 è un’ottima vendemmia


Bilancio positivo per la vendemmia 2012 tra i filari del Sangiovese a Montalcino. Come ha commentato il Presidente del Consorzio Fabrizio Bindocci “le caratteristiche emerse ci fanno sperare in un’annata dalle ottime possibilita’ di maturazione e affinamento, che potra’ riservare piacevoli sorprese al termine dei quattro anni previsti dal disciplinare. In sostanza le gradazioni alcoliche sono risultate elevate, le acidita’ ottimali, cosi’ come i componenti polifenolici ben estraibili e in buon equilibrio”.
Le uve raccolte hanno raggiunto caratteristiche ottimali, sia dal punto di vista sanitario che da quello dei parametri analitici. Per quanto riguarda l’aspetto climatico, le piogge di inizio settembre hanno ristabilito un buon equilibrio, dopo un’estate molto calda e secca e una primavera relativamente calda, in linea con i normali andamenti. Per quel che concerne la quantita’, e’ confermata la stima fatta durante la raccolta del – 10% rispetto allo scorso anno. Per quanto riguarda il Moscadello, la raccolta delle uve e’ avvenuta al giusto grado di appassimento e con ottimale gradazione zuccherina, elemento essenziale per questo vino dolce da dessert. Data l’annata, le uve moscato – notoriamente delicate – hanno potuto maturare bene e senza problematiche, spesso dovute ad annate piu’ piovose. Anche per il Sant’Antimo quella del 2012 e’ stata un’ottima vendemmia, con vini concentrati e un buon potenziale di affinamento. Per questa Doc il disciplinare prevede la possibilita’ di utilizzo di vitigni sia rossi che bianchi. Le uve bianche sono state raccolte molto presto ad inizio settembre, con buona maturazione ed equilibrio. Per le uve rosse precoci si e’ iniziato nella prima decade di settembre. I produttori dei vini di Montalcino sono 250 (di cui 208 imbottigliatori), tutti associati al Consorzio.
Complessivamente gli ettari a vigneto nel territorio di Montalcino sono 3500 cosi’ ripartiti: 2100 ettari coltivati a Brunello di Montalcino; 510 ettari coltivati a Rosso di Montalcino; 50 ettari coltivati a Moscadello di Montalcino; 480 ettari coltivati a Sant’Antimo Doc; la restante parte e’ coltivata a Igt. La produzione – Mediamente ogni anno sono prodotte 8.500.000 bottiglie di Brunello di Montalcino, 4.000.000 di Rosso di Montalcino, 80.000 di Moscadello di Montalcino e 500.000 di Sant’Antimo. Esportazione – La produzione e’ esportata per il 65%; il principale mercato e’ rappresentato dagli Stati Uniti (25%), seguito dalla Germania (7,5%) e dai principali paesi europei. Il giro d’affari del settore vitivinicolo a Montalcino e’ mediamente di 150 milioni di Euro. (AGI)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.