Bruxelles recupera 346,5 milioni. L’Italia deve restiturne 1,9

Bruxelles continua a non fare sconti quando si tratta di recuperare fondi comunitari per il mancato rispetto delle regole di gestione della politica agricola comune. Oggi, infatti, la Commissione europea ha chiesto a 20 Stati membri, tra cui l’Italia, di restituire alle casse comunitarie complessivamente 346,5 milioni di euro. Nel caso dell’Italia si tratta di restituire circa 1,9 milioni di euro, essenzialmente per il mancato rispetto di scadenze di pagamento dei fondi Ue e per spese non ammissibili, nell’ambito di programmi operativi nel settore ortofrutticolo. Nell’annunciare il provvedimento, il commissario europeo alla Politica agricola Dacian Ciolos precisa che ”questo tipo di procedura e’ essenziale per assicurare che gli Stati membri mettano in opera controlli sufficienti per garantire che i fondi dei contribuenti siano spesi correttamente”. La richiesta di restituzione dei fondi alle casse europee – relativi a finanziamenti effettuati negli anni passati – costa cara soprattutto a Grecia, Polonia, Spagna, Olanda e Regno Unito. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.